CONFERENZA – Pioli: “Lazio forte ma pareggio giusto”. Poi sul rigore…

Stefano Pioli allenatore della Fiorentina

Al termine di Lazio Fiorentina, il tecnico della viola Stefano Pioli si è presentato in conferenza stampa per commentare la gara.

Queste le parole di Pioli riportare dal sito ufficiale del club toscano: Stiamo assumendo una nostra identitàNelle partite precedenti alcuni errori individuali hanno penalizzato la nostra crescita e i risultati. Ma le prestazioni c’erano state, anche contro avversarie forti come la Roma. Noi quest’anno dobbiamo gettare le basi e non soffrire, abbiamo le qualità per toglierci qualche soddisfazione. Dobbiamo trovare continuità di risultati, sembravamo esserci un mesetto fa ma poi ci siamo persi. Mettendo Vitor Hugo ho cercato di alzare la squadra. Per alzare Astori e alzare la pressione sui loro centrali. Anche prima del passaggio alla difesa a 3 la squadra ha cercato di creare difficoltà, abbiamo concluso in porta più della Lazio.

Saponara sta crescendo, bisogna aspettare un po’ che possa arrivare ai livelli del giocatore che conosciamo. Hugo ha ottime qualità, fisiche ed è migliorato molto nella lettura delle situazioni: quando è arrivato ha fatto molta fatica perché in Brasile si gioca più individualmente e meno di reparto. Ma su di lui faccio molto affidamento: voi guardate solo le scelte che faccio dall’inizio, ma su di lui conto molto. Babacar? Si, stava male… ma ha mandato giù tutto al momento giusto. Possiamo fare meglio in alcune situazioni, possiamo essere più lucidi, più precisi tecnicamente. Oggi ci sono tante cose positive dalle quali ripartire con fiducia. La prestazione di oggi è stata molto positiva, dal punto di vista mentale non era facile, la Lazio non ci aveva mai impensierito prima del gol. Siamo però stati bravi, lucidi e abbiamo ribattuto colpo su colpo, contro un avversario molto più forte di noi fisicamente. Ora dobbiamo dare continuità, perché siamo soddisfatti per questo risultato positivo ma vogliamo tornare alla vittoria”.

RISULTATO GIUSTO

Pioli ha parlato anche a Sky e Premium Sport: “Io ero a 50 metri dall’azione e il rigore c’era. Oltretutto la tecnologia ha decretato il fallo. La Lazio è forte ma noi siamo stati all’altezza. Una sconfitta sarebbe stata immeritata data la qualità del nostro gioco e la generosità della squadra. Nonostante gli errori passati abbiamo dimostrato di poter fare bene, di saper combattere e soffrire. Oggi risultato importante. Il nostro obiettivo è tornare in Europa anche se non sarà facile perché ci sono 5 squadre forti”. 

SEGUICI SU TWITTER