Articolo copertina

ULTIME LAZIO Peruzzi: “Lasciare il club? Mai parlato di addio”

ULTIME LAZIO Peruzzi — Il club manager biancoceleste è intervenuto ai microfoni di Lsc e ha fatto luce sulle voci circa una suo addio alla causa

ULTIME LAZIO Peruzzi: “Lasciare il club? Ho letto qualcosa a riguardo e mi dispiace. Non ho mai avuto un ottimo rapporto con la stampa e probabilmente non sono un buon comunicatore. In ogni caso non ho mai parlato di addio. Non so da dove sia potuta venir fuori una notizia del genere. Da 3 anni a questa parte rinnovo il mio contratto annualmente. Al termine della stagione, in accordo con il presidente Lotito, si tirano le somme e si analizza l’annata. Malumori nello spogliatoio causa ritiro? Nessun malumore. Chiaramente non è semplice stare lontani da moglie e figli, ma si tratta di una decisione presa di comune accordo e condivisa da tutti. Non è una punizione, ma una soluzione per ritrovare la compattezza all’interno del gruppo. Non stiamo facendo male in stagione, siamo in una buona posizione di classifica che potrebbe essere anche migliore. Vogliamo ritrovare compattezza e proseguire ancora meglio. La piazza di Roma si esalta e si deprime in pochissimo tempo. Stiamo crescendo, e come in tutte le altre squadre ci sono dei periodi in cui giochiamo meglio e altri in cui troviamo delle difficoltà. Non siamo in una crisi nera come tanti vogliono far credere. Oggi la squadra ha sostenuto una doppia seduta d’allenamento, dopo aver analizzato quanto svolto nelle ultime due prove stagionali. Vogliamo migliorare, ma non ci sono liti tra calciatori o tra membri della società. C’è un clima sereno all’interno del Centro Sportivo, accettiamo che qualcuno voglia ledere questi rapporti ma noi non lo faremo. 

Da qui alla sosta ci attendono partite alla nostra portata in cui dobbiamo cercare di far più punti possibili, prima di aprire il girone di ritorno contro Napoli e Juve. La Sampdoria è il primo ostacolo. I blucerchiati sono reduci da una grande vittoria contro il Bologna e verranno all’Olimpico a dare battaglia. Sarà una gara estremamente difficile, ragion per cui sabato servirà la migliore Lazio. Modric? Ha meritato il Pallone d’Oro. Ha disputato una stagione straordinaria, è stato decisivo nella conquista della Champions e ha trascinato la Croazia in finale mondiale. Si tratta di una svolta nel mondo del calcio, dopo anni di dominio indiscusso targati Messi e Ronaldo. La Juve? Vince lo scudetto da 7 anni di fila. Sbaglia pochissimo sotto ogni aspetto e andrebbe presa come esempio. Ha costruito la propria forza gradualmente. Solo così si raggiungono certi livelli. Il nostro trend è sceso dopo la gara con il Milan. Siamo stati un po’ in fase calante da quel momento perché c’era la consapevolezza di poter dare qualcosa di più e ci ha fatto pagare qualcosa successivamente. Conosco Maurizio Manzini da una vita e gli voglio molto bene: sta recuperando da un acciacco fisico, ma non molla mai ed è da tanti anni che è qui alla Lazio”.

ULTIME LAZIO FORMELLO 

SEGUICI SU FACEBOOK

Tags

CONTENUTI SPONSORIZZATI