ADESIVI ANTISEMITI La condanna della sindaca Raggi e non solo…

Virginia Raggi sindaco di Roma Capitale

ADESIVI ANTISEMITI La condanna della sindaca Raggi e non solo…

ADESIVI ANTISEMITI La condanna della sindaca Raggi e non solo. Ha suscitato un’ondata di indignazione e condanna l’episodio degli adesivi affissi la notte scorsa in zona Prati e Balduina. Gli stickers, recanti la scritta “Lazio, Napoli, Israele. Stessi colori“, erano firmati ‘Balduina Roma’ su sfondo giallorosso. Un episodio che non è il primo di questo genere: ricorderete tutti gli adesivi con l’immagine di Anna Frank con la maglietta della Roma, che costò una condanna a 13 tifosi laziali. Quest’oggi la storia si è ripetuta, e l’indignazione non è mancata. In primis, dalla stessa società biancoceleste, per bocca del portavoce Diaconale.

E ieri in serata sull’episodio è intervenuta anche la sindaca di Roma Virginia Raggi. Questo il messaggio di condanna affidato al suo profilo Twitter ufficiale: “Ferma condanna per i manifesti antisemiti comparsi a Roma. Il calcio non può essere divisione e intolleranza“. Parole cui questa mattina è seguita, da parte giallorossa, la presa di distanza del patron James Pallotta: “Tutti sanno che la Roma contrasta e combatte ogni forma di razzismo e antisemitismo“, ha dichiarato a Repubblica. L’episodio è stato stigmatizzato infine anche dal direttore del TG La7 Enrico Mentana, che, in occasione dell’episodio di Anna Frank, aveva preso forte posizione contro i tifosi laziali.

LEGGI ANCHE L’IRA DEI LAZIALI CONTRO LA LEGA SERIE A