CORI RAZZISTI LAZIO NOVARA DIABOLIK: “Siamo un bersaglio facile, siamo stanchi”

Irriducibili a Lazio Cittadella

Cori razzisti Lazio Novara Diabolik, capo ultrà biancoceleste, commenta i fatti accaduti allo Stadio Olimpico di Roma durante la gara di Coppa Italia.

Cori razzisti Lazio Novara Diabolik commenta l’accaduto all’Adnkronos: “Io di cori non so niente, allo stadio non c’ero, sono diffidato. Però nessuno mi ha chiamato, nessuno mi ha detto niente e a dire la verità che ci siano cori a Lazio-Novara mi pare strano… Se poi uno sente il tifoso accanto dire una cosa e dice che sono i cori della curva… I tifosi della Lazio oramai sono un bersaglio facile ma noi ci siamo stufati. Andremo sempre controcorrente, tanto chiunque si alza può dire di tutto di noi. Addirittura, quando hanno fatto i manifesti contro di noi hanno detto che ce li siamo fatti da soli… Che c’è da dire? Se sei indifendibile, non ti difendi nemmeno. Comunque – tiene a sottolineare Diabolik – non è che i cori mi scandalizzino. Non è reato fare i cori. E il calcio, purtroppo, e dico purtroppo, non è il rugby”.

SEGUICI SU TWITTER

DIACONALE SUI CORI ANTISEMITI