Seguici sui Social

News

Maran: “Dobbiamo essere compatti e orgogliosi”

Pubblicato

in



Nella di presentazione al match del Bentegodi di Domenica sera, il tecnico Maran parla dei bianco celesti, conscio di dover affrontare una grande squadra, nonostante la debacle europea dei ragazzi di Pioli.

“la è una grande squadra, fino ad oggi ha disputato partite importanti “

Il Tecnico dei giallo blu giocherà proprio sulla condizione psicologica dei suoi, i quali escono da una prestazione vigorosa contro l’Empoli.

“Dobbiamo cercare di cavalcare questo momento, questo nostro entusiasmo, partendo proprio da quel secondo tempo di Empoli, ma sempre consci dei nostri pregi e difetti. Per fare questo dobbiamo pensare solamente a migliorarci ancora, e avere la mente sgombra da qualsiasi altro pensiero”.

Il tecnico dei giallo blu conclude concentrandosi sulla tattica e sulla mentalità da adottare al Bentegodi:

“Dobbiamo essere compatti, coraggiosi, e solo così potremmo mettere in difficoltà tutte le avversarie che vogliamo.

Sarà un match ostico per la Lazio di Pioli, proprio perché questi ragazzi ci hanno sempre regalato un gioco offensivo e spumeggiante così come richiesto dal mister, escludendo l’incubo di Leverkusen.

Le difficoltà risiedono appunto nell’impostazione tattica del , Granitico in fase difensiva e d’interdizione, non si saranno molti spazi per i nostri, che saranno ansiosi di macinare gioco e collezionare reti, ciò potrebbe comportare il rischio di lasciare spazi per le ripartenze di Paloschi e compagni, che naturalmente non aspettano altro.

Attenta Lazio.

Lorenzo Centioni

Focus

LA NOSTRA STORIA – Gabriele Sandri: “Meravigliosa Creatura”

Pubblicato

in

Gabriele Sandri detto Gabbo tifoso laziale assassinato


Oggi, 23 settembre, ricorre la nascita di Gabriele Sandri. Il ventiseienne tifoso della Lazio scomparso prematuramente per mano di Luigi Spaccarotella.

Agente della Polizia stradale che l’11 novembre del 2007 nell’area di servizio di Badia al Pino esplose dei colpi di pistola verso un’auto di tifosi biancocelesti. Gabriele Sandri si stava recando, in compagnia di amici, a Milano per assistere a Inter-. Gabbo, questo il suo soprannome, è rimasto nel cuore di tutti i sostenitori biancocelesti. Fratelli di stadio che lo ricordano sempre con immenso affetto e commozione.

SEGUICI ANCHE SU GOOGLE EDICOLA, TWITTER E FACEBOOK

LACRONACADIROMA.IT – SEGUI ANCHE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Continua a leggere

Articoli più letti