Valendino, dir. Mondoudinese.it: “Colantuono verso il 4-4-2. I tifosi rimpiangono Pinzi”

In occasione della sfida tra Lazio e Udinese di campionato, la nostra redazione ha contattato Monica Valendino, direttrice responsabile di mondoudinese.it, uno dei siti più cliccati dai tifosi friulani. Di seguito l’intervista completa:

Cosa si aspettano i tifosi bianconeri da questo nuovo ciclo con Colantuono? Perché Stramaccioni non è stato confermato?

“Stramaccioni ha pagato, soprattutto, le sconfitte nel finale dello scorso campionato, quando la squadra ha completamente mollato la presa. Forse non ha avuto la giusta esperienza per tenere il polso dei giocatori, tant’è che la società ha optato propio per un ‘generale di ferro’, ovvero Colantuono. Per ora ci si attende di arrivare il prima possibile alla salvezza, consolidarsi, poi chissà….”.

Ci parli del nuovo stadio,  etichettato come un impianto senza barriere…

“E’ uno stadio modello: innanzi tutto perché è stato costruito in appena un anno e mezzo, un record per l’Italia. Poi perché è davvero senza barriere: gli spettatori non hanno nulla tra loro e i giocatori. In terzo luogo è un progetto ambizioso anche per le infrastrutture (palestre, museo dello sport, etc) che prenderanno il via non appena ultimato definitivamente”.

Pinzi vice capitano venduto al Chievo, chi sarà ora il suo sostituito e perché i tifosi hanno reagito così male?

“I tifosi non hanno preso bene la cessione di quello che non era solo il vice, ma agli occhi di tutti era il vero capitano. Un legame nato 15 anni fa e ormai sciolto: Pinzi è sempre stato una persona amata anche fuori dal campo, uno che ha sempre dato tutto per la maglia e l’ha onorata in tutte le situazioni. Molto tifosi non hanno capito perché la società non ha fatto qualcosa di più per arrivare al rinnovo del contratto che andava in scadenza nel 2016. Al di là di questo come vice di Di Natale, ora c’è Danilo, senza scordare Domizzi, altro ex Lazio, se giocherà”.

Cosa si aspetta dal nuovo arrivato Duvan Zapata?

“Va sottolineato che è un prestito. Per cui prima di tutto deve dimostrare di non pensare al futuro, ma solo al presente. Da lui ci si attende quei gol che verranno meno da Di Natale, che oramai va su per i 38 anni”.

Chi sarà l’ennesimo talento sfornato dall’Udinese? Adnan, Iturra o Wague…

“Punterei sull’iracheno: ha qualità indubbie, una tecnica decisamente superiore e una caparbietà che va sottolineata. deve migliorare molto tatticamente, ma se dovessi fare un nome farei il suo. Senza dimenticare Fernandes che ha solo 21 anni, anche se è alla terza stagione a Udine”.

Widmer, Edenilson, Adnan… non c’è affollamento sulla fascia? 

“La qualità non è mai troppa se si vuole essere ambiziosi. Alla fine credo che Colantuono potrebbe optare anche per un 4-4-2 , proprio per far giocare tutti i laterali a disposizione”. 

Davide Sperati