Seguici sui Social



News

LAZIO NUOTO, SCONFITTA DI MISURA A BOGLIASCO

Avatar

Pubblicato

il

PUBBLICITA



I biancocelesti perdono 6-5 e non riescono a sfatare il tabù trasferta. Martedi prossimo si ritorna in acqua contro il Posillipo (Foro Italico, alle 15). Vittorioso: “Siamo rammaricati, gara aperta fino alla fine”

BOGLIASCO – La Lazio Nuoto perde 6-5 contro il Bogliasco nella 5^ giornata del campionato di A1 e non riesce così a sfatare il tabù trasferta. Tuttavia, già martedì prossimo avrà la possibilità di rifarsi nella piscina del Foro Italico contro il Posillipo (inizio partita alle ore 15). Le aquile acquatiche nonostante un gran terzo tempo nel quale riescono a rimontare da 3-1 a 3-4, restano a così a mani vuote. Il maggior rammarico è l’aver sprecato troppo sotto porta sopratutto nelle numerose occasioni con l’uomo in più. Le difficolta sono arrivate in fase offensiva, mentre è stata confermata la buona tenuta difensiva della squadra. A fine partita il maggior cinismo dei padroni di casa ha fatto pendere l’ago della bilancia a favore del Bogliasco.

LA PARTITA – I biancocelesti approcciano meglio all’incontro e vanno in vantaggio con Charuto dopo appena un minuto. Passano altri sessanta secondi, però, e arriva la replica del Bogliasco con Ravina (1-1). Nel secondo tempo la Lazio soffre e il Bogliasco allunga con Gonzalez Alonso e Gambacorta (3-1). Dopo l’intervallo lungo, arriva la grande reazione degli uomini di Vittorioso: nei primi tre minuti realizzano tre gol con Maddaluno, Colosimo e Giorgi ribaltando la situazione. Nel finale di tempo però arriva il 4-4 con Di Somma. L’ultimo quarto si gioca sul filo dei nervi: segna subito De Trame per il Bogliasco, poi pareggia Cannella per la Lazio (5-5). Il gol della vittoria dei padroni di casa arriva al quinto minuto ancora con Gonzales Alonso (6-5).

Il commento alla partita dell’allenatore della Lazio Nuoto, Antonio Vittorioso: “Abbiamo perso un’occasione importante, ci sta perdere a Bogliasco ma c’è il rammarico di aver creato molto, non siamo riusciti a metterla dentro. Sentivamo la partita, evidentemente la pressione non ci ha aiutato, abbiamo sprecato diverse superiorità numeriche non tanto per gli schemi ma per le finalizzazioni sbagliate anche con un pizzico di sfortuna. La gara è rimasta sempre aperta fino alla fine, questo aumenta il rammarico però dobbiamo cercare i lati positivi, ce la siamo giocata contro una formazione che ha più punti, forse anche grazie ad un calendario maggiormente favorevole. Per fortuna martedì torniamo in acqua e possiamo subito voltare pagina, incontreremo il Posillipo, grande rispetto, ma vogliamo riprendere a fare punti”. L’appuntamento alle 15 al Foro Italico.

IL TABELLINO

RARI NANTES BOGLIASCO-S.S. LAZIO NUOTO 6-5

RARI NANTES BOGLIASCO: Prian E. , De Trane M. 1, Di Somma A. 1, Gavazzi F. , Guidaldi G. , Ravina R. 1, Gambacorta F. 1, Gonzalez Alonso I. 2, Giordano M. , Fracas A. , Monari M. , Guidi M. , Pellegrini P. . All.

S.S. LAZIO NUOTO: Radic Z. , Ferrante M. , Colosimo F. 1, De Vena W. , Santos Da Costa E Silva F. 1, Di Rocco L. , Giorgi D. 1, Cannella G. 1, Leporale M. , Lapenna F. , Maddaluno R. 1, Mele A. , Vespa L. . All.

Arbitri: Gomez

Parziali: 1-1 2-0 1-3 2-1 Uscito per limite di falli Leporale (L) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Bogliasco 4/11, Lazio 2/9. Spettatori 350 circa.


Continua a leggere
Pubblicità

News

Lazio Roma Marione non ci sta: “Loro squadra mediocre…”

Avatar

Pubblicato

il

Un derby difficile da digerire per i romanisti, una sconfitta senza appello che non meriterebbe replica. Eppure c’è qualcuno che continua ad attaccare: Lazio Roma Marione non ci sta e passa al contrattacco.

Nel corso dell’apertura della sua trasmissione radiofonica Marione ha attaccato tutti, giocatori della Roma e Lazio compresa. Ecco le sue parole: Derby senza cattiveria e grinta contro una squadra mediocre di media-bassa classifica. Spinazzola non l’ha mai presa, non diamo addosso a Villar e Ibanez che sono due giovani. Dzeko non ha giocato, dobbiamo prendere un altro attaccante per metterlo in panchina: ha quasi 35 anni e probabilmente è a fine carriera. Fonseca? E’ in confusione, si vede da quello che ha detto in conferenza stampa. Ha detto che la Lazio è fortissima. Si può dire una cosa del genere? Non è un allenatore che può guidare la Roma. Come uomo mi dicono che sia una bravissima persona ma allenare è un’altra cosa. Bisogna cacciarlo”.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità
Novcom Agenzia
Pubblicità



Articoli più letti