Una triste storia all’italiana…

Stamattina ecco la notizia che non ti aspetti: l’artefice dell’ignobile gesto, tale Maurizio Falcioni, che rilascia un’intervista su un quotidiano nazionale, privilegio che i familiari di Chiara non hanno mai ricevuto. L’Italia è per sua fortuna uno Stato di diritto  ma in più di qualche occasione questo modus operandi è venuto a mancare. Nella fattispecie la storia di Chiara Insidioso rientra in quel novero di surreali vicende maccheroniche made in Italy. In un altro Stato Chiara sarebbe protetta e tutelata dai servizi sociali e dalle strutture delle istituzioni pubbliche del Paese. Invece no, dobbiamo sorbirci in prima pagina di un quotidiano nazionale l’intervista a chi invece al massimo meriterebbe l’ultima pagina. In una Nazione e in una Capitale gestite con criteri di sana e normale amministrazione, questa vicenda si sarebbe dovuta risolvere con un aiuto concreto dal servizio sanitario alla povera ragazza e da una sentenza ben più rigida nei confronti di Falcioni, altro che sconto di pena… E non come sta accadendo da ormai troppo tempo, in cui un padre lotta contro i mulini  a vento per riconoscere dei diritti di cui un cittadino ha bisogno in situazioni del genere. Noi di Laziochannel.it non vorremmo mai vedere in prima pagina un personaggio violento che ha ridotto in fin di vita una ragazza di soli 19 anni.

ASCOLTA LE PAROLE DI MAURIZIO INSIDIOSO ALLA TRASMISSIONE I LAZIALI SONO QUA

Davide Sperati

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS