Seguici sui Social

News

RASSEGNA STAMPA – Col Dnipro vietato sbagliare

PUBBLICITA

Pubblicato

il

PUBBLICITA

Primo giorno di ritiro nel centro sportivo di Formello, Stefano Pioli “punisce” la Lazio con una dose extra di allenamenti. In scena, nella giornata di oggi, una doppia seduta di lavoro perché si comincia a far sul serio per la sfida contro il Dnipro. Giovedì all’Olimpico basta un pareggio con gli ucraini per strappare matematicamente il pass per i sedicesimi di finale di Europa League, non si può sbagliare. Il tecnico emiliano comincia a studiare la formazione che scenderà in campo, le prime indicazioni tattiche parlano di un 4-2-3-1 e di un forte turnover. Molti biancocelesti scesi in campo nel deludente pareggio con il Palermo infatti resteranno a riposo, anche in vista dell’impegno in trasferta contro l’Empoli, un altro appuntamento da non fallire. Konko, assente in mattinata, si è rivisto invece nel pomeriggio: il francese, insieme a Radu, potrebbe tornare sulla corsia esterna in difesa. Anche Cataldi – che verrà multato dalla società dopo il piccolo diverbio in panchina con il vice Murelli – e Kishna aspettano la loro occasione. Morrison sogna il Dnipro, ma sarà difficile strappare una maglia: oggi l’inglese è stato provato davanti alla difesa, lì c’è Parolo in pole. Keita è squalificato, Candreva e Felipe Anderson corrono per una maglia, Milinkovic-Savic partirà dal primo minuto. Matri invece si candida per guidare l’attacco della Lazio: con il Palermo è rimasto ai box, Djordjevic potrebbe riposare, l’ex Milan apre il ballottaggio con Klose per un posto da titolare e rischia anche di vincerlo.

Fonte : Il Tempo


News

Gascoigne sulla Curva Nord: “La porterei con me all’Isola dei Famosi”

Pubblicato

il

Parole al miele di Paul Gascoigne sulla Curva Nord, alla vigilia della partecipazione dell’ex asso inglese all’Isola dei Famosi.

Così Gascoigne sulla Curva Nord: “La porterei con me sull’Isola, oltre a mio padre. Ho adorato quei tifosi. Quando guardo le partite della Lazio, penso sempre ai cori che mi dedicavano“. Una nuova esperienza per ‘Gazza’, dopo anni di buio: “Sono affondato e riemerso. Adesso vorrei mettermi il peggio alle spalle e trovare pace“. Poi, tornando sui tifosi biancocelesti: “Furono straordinari con me. A Roma ho trascorso tre anni e mezzo fantastici, nonostante l’infortunio. I ricordi più belli? Sicuramente il gol alla Roma nel derby. Ma anche quello al Pescara, dopo aver saltato quattro avversari“. Ricordi anche per gli ex compagni: in particolare Sclosa, Casiraghi e Signori, quelli con cui ha legato di più nella sua avventura capitolina. All’epoca sulla panchina biancoceleste c’era Dino Zoff: Gascoigne lo definisce una persona perbene, oltre che un mito del calcio. Infine, un pò a sorpresa, elogi per il ‘rivale’ sull’altra sponda del Tevere, Francesco Totti: “Un calciatore straordinario, che ha compiuto una grande impresa, un’intera carriera con una sola maglia“.

Continua a leggere