CONFERENZA – Inzaghi: “Bravi a rendere semplici due gare difficili. All’Europa ci crediamo”

Simone Inzaghi allenatore della Lazio in conferenza stampa

Al termine della bella vittoria della Lazio contro l’Empoli, mister Simone Inzaghi ha parlato in conferenza stampa. Queste le sue parole:

Nelle ultime due partite si è vista una bella Lazio…

“Ho trovato massima disponibilità da parte dei giocatori. Molti dicono che abbiamo vinto due gare facili ma in realtà siamo stati bravi noi a rendere semplici due gare complicate”.

Come vivi questo momento magico?

“Sono contento perché partire così è qualcosa di importante però da stasera bisognerà pensare alla Juve perché abbiamo due trasferte nelle prossime gare. Dobbiamo cercare di recuperare molti giocatori che oggi sono apparsi stanchi”.

Quanto ci credete a questa Europa?

“Ci dobbiamo credere. Sarà dura ma questa squadra ha nelle corde grandi partite. Speriamo di fare bene nelle prossime 5 gare”.

Di cosa sei maggiormente soddisfatto?

“Dell’impatto alle partite. Partiamo bene e non a caso sia a Palermo che oggi abbiamo segnato nei primi minuti. Come detto prima, abbiamo reso semplici due gare difficili”.

Hai sentito qualcuno della società?

“Con Tare ci sentiamo tutti i giorni, lui è sempre vicino alla squadra. Col presidente ci siamo visti ieri. E’ un momento positivo ma mercoledì avremo un impegno difficile. Tuttavia nel calcio tutto è possibile”.

Onazi?

“L’ho visto a Norcia con tanta voglia ed energia. Ha fatto due ottime partite, ma non mi voglio fermare a parlare solo di lui. Tutti hanno fatto bene. Vedere allenarsi Matri e Djordjevic è un piacere perché danno sempre il massimo. Saranno delusi perché non stanno giocando ma ci sono ancora tanti impegni e avranno il loro spazio”.

Si rivede una squadra coesa: quanto hai contribuito ad amalgamare il gruppo?

“La squadra ha spirito di coesione. Rispetto a Palermo ho cambiato solo un giocatore. Avendo 3 gare in una settimana qualcosa cambierò”.

Eravamo convinti che la squadra fosse mentalmente già al mare poi sei arrivato tu. Sorpreso dalla reazione della squadra?

“Ero molto fiducioso dopo la settimana di Norcia, me l’aspettavo questa reazione. Ho avuto difficoltà a fare la formazione perché oggi si è fermato Bisevac. ero indeciso tra Maurico e Hoedt e poi ho optato per Wesley perché l’ho visto meglio. Vedremo mercoledì chi schiererò”.

Fabrizio Piepoli