Seguici sui Social

News

Inzaghi: “Sono soddisfatto, bravi i ragazzi”. Poi sull’abbraccio con Felipe Anderson…

Pubblicato

in



Un soddisfatto Simone Inzaghi, all’esordio sulla panchina della Lazio, è intervenuto ai microfoni di Mediaset Premium al termine del posticipo del Renzo Barbera contro il Palermo, terminato con una bella vittoria dei biancocelesti per 0-3. Inzaghi è apparso molto contento per il risultato: “Sono soddisfatto, abbiamo fatto un’ottima gara, preparata bene in settimana. I ragazzi hanno fatto un’ottima partita, approcciando bene e giocando un buon primo tempo“. Un esordio con i fiocchi: “Un buon esordio perchè per noi non era un momento facile, dopo la sconfitta nel Derby e la settimana di ritiro. Il Palermo si giocava molto e non era semplice, bravi i ragazzi“. Un Klose così farebbe comodo anche il prossimo anno: “Klose è un campione e un esempio per tutti. Si è messo a completa disposizione. Stasera ha fatto due gol e ha fatto benissimo“. Conoscevi Novellino dai tempi della Sampdoria: “Novellino è un allenatore molto preparato che conosco bene. Sapevo come poteva giocare. Siamo stati bravi ad alzare gli esterni e a sfruttare le occasioni. Non potevo chiedere di più ai ragazzi. Già da domani cominciamo a pensare all’Empoli, sarà un’altra partita molto difficile“. Sull’abbraccio con Felipe Anderson: “Quando è partito il lancio gli ho detto di partire, sapevo che Klose avrebbe vinto il duello aereo. Lui mi ha ascoltato e ha fatto gol, poi mi ha abbracciato. Sono contento perchè è entrato bene, se lo merita“. Incredibile come la Lazio in questa stagione sia andata così peggio rispetto allo scorso anno : “Credo che la squadra abbia grandissime qualità. Quest’anno ha avuto qualche defezione di troppo, ma ha comunque valori importanti. In una partita secca può battere chiunque“. Tuo fratello Pippo ha speso belle parole per te in settimana: “Lo sento spesso, siamo sempre in contatto. Abbiamo parlato prima del match e sicuramente parleremo anche dopo. Chi è meglio tra me e Pippo come alenatore? Ognuno di due deve fare il proprio percorso, ci siamo affrontati da giocatori, spero di incontrarlo anche da allenatore“.

Inzaghi è poi intervenuto ai microfoni di RaiDue, alla trasmissione La Domenica Sportiva. Prima e durante la partita ci sono stati problemi di ordine pubblico: “Disordini che non dovrebbero capitare, non è una bella cosa, ci dispiace molto. Già nei giorni scorsi ho detto che mi piacerebbe vedere stadi senza barriere e pieni di famiglie. Purtroppo siamo indietro anni luce in Italia in queste cose. Non ho avuto paura dei petardi, ma solo dispiacere. Spesso le giornate di sport vengono rovinate da fatti del genere. In settimana c’è stato un confronto con i tifosi, dopo un Derby perso 4-1 tutti sono stati accusati. Ci sono passato anch’io da giocatore. Siamo stati bravi, abbiamo reagito bene facendo una grande partita“. Il sesto posto si riavvicina: “”Per il sesto posto dobbiamo continuare a giocare e a crederci. Morrison? Si sta allenando a parte perchè è stato fermo nelle ultime settimane. Quando si riaggregherà al gruppo vedremo se meriterà di giocare“. Adesso bisogna continuare su questa strada: “Questo è un gruppo che può fare bene, ha grandi valori. Speriamo di farli vedere in queste 6 partite. Siamo partiti bene stasera, ma domenica contro l’Empoli non sarà affatto semplice“.

Mister Simone Inzaghi è intervenuto anche a LazioStyleRadio. Un’ottima partita: “Abbiamo disputato un’ottima gara anche se non era semplice. Abbiamo preparato bene la gara vincendo meritatamente“. Un esordio da sogno: “Ero fiducioso, ma non pensavo di vincere 3-0. Sapevo che la squadra stava bene, ero fiducioso insomma“. Ora occhi puntati al sesto posto: “Siamo una squadra di qualità, dobbiamo vincere più partite possibili, anche se il calendario non è semplice“. In settimana hai parlato molto con i giocatori: “Parlare con il gruppo e con i singoli è stato fondamentale, ho trovato grande disponibilità da parte dei ragazzi“. Qualche cambio tattico e di uomini: “Bravissimi tutti, c’erano giocatori che non giocavano da molto, come Gentiletti. Onazi stasera ha fatto una grandissima partita, vorrei sottolinearlo“. La prima per mister Inzaghi: “Ero più emozionato il primo giorno di allenamenti. Grazie alla disponibilità dei ragazzi questa emozione è passata. Inizialmente ho strillato tanto, poi è filato tutto liscio. Sapevo che avremmo potuto fare una buona gara, grazie al lavoro svolto in settimana“.

Continua a leggere
Pubblicità