CONFERENZA – Inzaghi: “Domani non voglio cali di tensione, siamo pronti”. Poi sul derby…

Il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto nella consueta conferenza stampa alla vigilia di Palermo-Lazio, lunch match della 14esima giornata di Serie A Tim, in programma alle ore 12:30 allo Stadio Renzo Barbera di Palermo.

Ecco la conferenza completa:

Da Palermo a Palermo, quanto è diversa questa Lazio?

Sono passate 20-21 partite, sono cambiate tante cose e tanti giocatori. Fu il mio esordio in Serie A, un esordio fantastico. Sarà una partita diversa, affrontiamo un avversario che viene da diverse sconfitte, non tutte meritate. Il Palermo è una squadra organizzata che segue il proprio tecnico, va affrontata a mille e con tante motivazioni“.

Il pericolo più grande sarà la Lazio stessa?

Ci sono tante incognite, oltre a questa anche l’orario. Dovremo cercare di farci trovare pronti tenendo alta l’attenzione perchè troveremo un avversario battagliero. Ci siamo preparati lavorando bene e non voglio cali di tensione“.

Al di là dei moduli stai lavorando su quegli 11 giocatori…

Si, nelle ultime partite hanno avuto continuità gli stessi giocatori. Ora si sta svuotando l’infermeria, non del tutto perchè Marchetti e de Vrij sono ancora out, così come Kishna e Luis Alberto. Dovremo sopperire a questo, consci del fatto che il Palermo vuole far bene“.

Vuole fare un appello ai tifosi in vista del derby?

Nelle ultime due partite casalinghe non ci siamo sentiti soli, i nostri tifosi ci hanno incitato tanto. Domenica è stata una giornata stupenda, c’era una buonissima atmosfera. I tifosi ci aiutano ad ottenere punti importanti, anche alla stazione in partenza per Napoli ci hanno aiutato. Dispiace non averli con noi anche a Palermo, lo scorso anno, nonostante venissimo dalla sconfitta del derby si fecero sentire tanto. Lo faranno anche oggi a Fiumicino“.

Modulo a 3 o a 4?

Abbiamo provato entrambe le soluzioni, dobbiamo essere pronti ad ogni evenienza. Come ho spesso detto al di là del modulo è importante l’interpretazione. Serve l’atteggiamento giusto“.

Pensi già al derby?

Al derby penso sempre, ci penso già da Auronzo. So quanto vale questa partita, ma in questa settimana io ho pensato solo al Palermo. La mia concentrazione è sui rosanero, da domani alle 3 cominceremo a pensare al derby. Tutta questa settimana fino a domani testa solo al Palermo, una squadra agguerrita e ferita“.

Quali squadre possono dar fastidio alla Juventus?

Finora mi ha impressionato maggiormente il Napoli, una squadra organizzata e propositiva, con un valido allenatore. Se dovessi fare un nome farei quello dei partenopei.“.

Temi che qualche giocatore abbia già la testa al derby? La diffida di Felipe Anderson lo condizionerà?

C’è questo rischio, ma come ho detto prima dobbiamo pensare solo al Palermo. Non schierando Felipe Anderson darei anche io un segnale negativo. Ho diversi dubbi perchè in molti mi hanno dimostrato di star bene. Ho stasera per pensarci, domattina deciderò con serenità. Ho questi dubbi perchè i ragazzi si stanno allenando molto bene“.

In cosa può migliorare questa Lazio?

Abbiamo ancora margine, siamo giovani e abbiamo ancora giocatori fuori per problemi fisici. Domenica è stata una partita giocata ottimamente. Forse non dovevamo concedere quel gol, lo abbiamo analizzato e potevamo evitarlo“.

Bisogna aggredire questo Palermo? Come sta Bastos?

Sicuramente dovremo essere molto aggressivi. Loro ci presseranno in blocco, con molta organizzazione. Bastos sta bene, scalpita per ritrovare un posto dall’inizio. I suoi compagni lo hanno sostituito molto bene“.

Nestorovski?

E’ un buon giocatore, segna spesso. Si è inserito bene nel calcio italiano. E’ bravo nel far salire la squadra, lo abbiamo analizzato e cercheremo di limitarlo“.

Giulio Piras