Seguici sui Social

News

L’ag. di Milinkovic: “Sono tante le squadre su di lui ma sta bene alla Lazio”

Pubblicato

il

Milinkovic-Savic centrocampista della Lazio
PUBBLICITA

La Juventus è alla ricerca di un centrocampista da regalare ad Allegri. E, negli ambienti bianconeri, negli ultimi giorni sta circolando con insistenza il nome di Sergej Milinkovic Savic. In effetti il presidente Lotito ieri aveva rivelato di aver rifiutato offerte importanti per il centrocampista. Per fare chiarezza sul futuro di Milinkovic, l’agente Mateja Kezman, è intervenuto ai microfoni di tuttojuve.com: C’è realmente un’interesse di molte squadre spagnole, inglesi ed italiane ma noi non abbiamo intenzione di lasciare la Lazio. Il ragazzo si trova bene nella Capitale, il mister Inzaghi e il club stanno facendo grandi cose per lui. Sergej sta crescendo ogni giorno. Non è in vendita per nessuna cifra in questo momento. Vogliamo che resti alla Lazio e che si diverta durante la prossima stagione”. 

Sugli obiettivi stagionali Kezman non ha dubbi: “Sergej in questa stagione ha bisogno di affermarsi come un leader nella sua posizione in questa squadra. E’ sua intenzione continuare a lavorare molto duro. Migliorare ogni giorno ed aiutare la Lazio con i suoi gol e i suoi assist”.  Kezman spiega: “In molte cose può ancora può migliorare, ha le capacità per diventare più di un buon giocatore nella sua posizione. Ha bisogno di mostrare i suoi colpi sia con il piede destro che con quello sinistro poiché in Serbia e Belgio aveva marcato diversi gol dalla distanza, mentre in Italia ancora nulla. Può essere più forte, più veloce e naturalmente, a 22 anni, può ancora migliorare tatticamente”. La Lazio sa di avere un patrimonio importante, magari da rivendere tra qualche anno a fior di milioni. Per questo motivo il patron Claudio Lotito è arrivato a rifiutare anche 70 mln dalla Juve.

LEGGI ANCHE IL TWEET DEL FRATELLO CHE FA TREMARE LA LAZIO

SEGUI LA NOSTRA NUOVA PAGINA FACEBOOK

SEGUI IL NOSTRO PROFILO TWITTER

 


Pubblicità

Focus

LA NOSTRA STORIA Domenico ‘Mimmo’ Caso

Pubblicato

il


LA NOSTRA STORIA Domenico MimmoCaso nasce a Eboli (SA) il 9 maggio 1954. Centrocampista, fa il suo debutto nel calcio professionistico con la Fiorentina. Nella stagione 1974-1975 vince il suo primo trofeo: la Coppa Italia. Nella stagione 1978-1979 Caso lascia la Fiorentina e si trasferisce al Napoli. Nell’estate 1979 passa all’Inter. Nel 1980 si laurea Campione d’Italia. Dopo l’esperienza in nerazzurro passa per due anni in Serie B al Perugia. Nell’estate del 1983 torna in Serie A con il Torino. Quindi passa alla Lazio, in quel periodo nella serie cadetta. Con la maglia biancoceleste disputa tre stagioni. Nel 1988, dopo la promozione in A, viene ceduto al Latina. Chiude la carriera nell’Orceana.  Dal 1992/93 al 1996/97 è l’allenatore della Lazio Primavera. Il primo anno sfiora lo Scudetto perdendo la finale contro l’Atalanta. Nella stagione 1994/95 vince il titolo. Tra i tanti giovani lancia Alessandro Nesta, Marco Di Vaio, Alessandro Iannuzzi, Flavio Roma e Daniele Franceschini. Dopo aver guidato Foggia, Chievo e Pistoiese, nel 2003/04 torna ad allenare la Primavera laziale. Nel 2004/05 viene chiamato dal nuovo presidente biancoceleste Claudio Lotito ad allenare la prima squadra. Viene esonerato e sostituito da Papadopulo. Successivamente allena la Ternana. A giugno del 2009 viene nominato supervisore del settore giovanile della Cisco Roma. Nel 2011 assume la guida degli Allievi Regionali A1 della Voluntas (Spoleto). A luglio del 2012 viene nominato allenatore della squadra Primavera della Virtus Lanciano. Nel 2013 viene ingaggiato come tecnico della squadra Primavera della Reggina, ma dopo pochi giorni decide di lasciare l’incarico per motivi familiari.

LASCIA UN ‘LIKE’ ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

DIVENTA UN NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

 

Continua a leggere

Articoli più letti