Seguici sui Social

News

PUBBLICITA

Crespo: “Champions? La Lazio ha i mezzi. Su Immobile capocannoniere…”

Avatar

Pubblicato

il

Hernan Crespo ex attaccante argentino

Hernan Crespo ha bellissimi ricordi con la maglia della Lazio. Arrivò nel 2000 quando la Lazio vinse il suo secondo Scudetto.  Disputò 2 stagioni in cui divenne anche capocannoniere con ben 26 reti.

Crespo, la squadra di Inzaghi può arrivare in Champions?

Crespo alla Gazzetta dello Sport: “La classifica attuale dice questo. Il terzo posto al fianco della Juventus è meritato. Certo il campionato è lungo, ma i biancocelesti hanno i mezzi per lottare per quel traguardo sino in fondo. Non si deve, però, pretendere troppo da un gruppo che sta dando tantissimo. Nello scorso campionato si è ricominciato praticamente da zero e questo non va dimenticato. Inzaghi e la squadra hanno saputo ricreare entusiasmo con i risultati. Conta aver riconquistato una dimensione europea col ritorno nelle giro delle Coppe: per una società come Lazio è un aspetto decisamente importante”.

Inzaghi l’uomo della svolta?

«La squadra gioca bene ed è merito di Simone, che è stato anche mio compagno di squadra».

Si aspettava una sua ascesa cosi convincente in tempi brevi?

“Non saprei, ma riconosco a Simone la capacità di aver lavorato bene in questi anni per arrivare pronto alla grande occasione di allenare in A. Ha compiuto una grande esperienza nel settore giovanile della Lazio. E poi ha potuto mettere in evidenza le sue qualità. Sono contento per lui e per la Lazio”.

Contento anche se Immobile diventerà capocannoniere dopo il suo titolo del 2001?

“Sì, assolutamente. E ormai passato tanto tempo e poi Ciro sta segnando davvero tanto. Siamo appena ad Ottobre e già ha realizzato 13 reti. Chissà dove arriverà a questi ritmi…”.

Può essere capocannoniere fino alla fine?

“Sì, anche perché già nel campionato scorso poteva diventarlo. Non sarà però facile. C’è tanta concorrenza di valore, da Icardi e Dybala a Mertens. Senza dimenticare Higuain. Nel campionato italiano ormai ci sono tanti giocatori in grado di arrivare oltre i 20 gol. Sarà una sfida davvero interessante tra tutti questi bomber”.

Che tipo di attaccante è Immobile?

“Uno che va sempre a caccia del gol. Da segnare lui o da far segnare agli altri. Ha la dote di saper attaccare gli spazi e questo lo rende particolarmente prezioso. In pratica, cerca sempre di dare profondità alla manovra. O puntando direttamente verso la porta o tenendo palla per lanciare un compagno al tiro”.

Quanto conta il gioco architettato da Inzaghi nel felice momento di Immobile da goleador?

“Tantissimo. La manovra della Lazio è unica per il modo come riesce a svilupparsi in verticale. E così esalta le qualità di Immobile. Che cerca di sfruttare personalmente ogni chance. In questo senso magari toglie qualche opportunità ai compagni per andare a rete, ma come detto lui sa anche mettersi al servizio della squadra”.

Come si è delineata la crescita di Immobile?

“Prima di tutto, è diventato più concreto sotto rete. Negli anni scorsi invece sciupava qualche occasione di troppo. Inoltre, ha beneficiato pure del lavoro compiuto con Zeman a Pescara e con Ventura a Torino. La differenza è che alla Lazio tutto il gioco offensivo si concentra su di lui. Zeman invece lo distribuisce sul tridente e Ventura sulla coppia di attaccanti prevista dal suo modulo”.

Hanno inciso pure le stagioni all’estero, con Borussia Dortmund e Siviglia?

“Si, ma solo sul piano della mentalità e del carattere. Non per i riscontri sul campo. Anzi, credo che all’epoca in quelle scelte Immobile abbia peccato di inesperienza. Forse non era il caso di lasciare l’Italia dopo il titolo di capocannoniere col Torino (2014, ndr), ma poi ha saputo scegliere la Lazio…”.

Immobile sarà decisivo anche per l’Italia nello spareggio con la Svezia per il Mondiale?

“Mi auguro di sì. Ventura ha fatto bene a puntare tutto su Immobile e Belotti. Chi meglio di loro in avanti? E auguriamoci tutti che l’Italia ce la faccia…”…

LEGGI IL RACCONTO DI VANDERHAEGHE SU MARUSIC

SEGUICI SU TWITTER


Pubblicità

News

Shaqiri chiama la Lazio : “Intrigante, mi piace il calcio di Sarri”

Shaqiri chiama la Lazio, i in un’intervista l’esterno svizzero dice la sua su un suo ritorno in Italia

Avatar

Pubblicato

il

056F31E2 134F 45C0 92E0 94CBB902AC32
<

Shaqiri chiama la Lazio, i in un’intervista l’esterno svizzero dice la sua su un suo ritorno in Italia

Shaqiri chiama la Lazio, in un’intervista l’esterno svizzero in uscita dal Liverpool parla di un suo ritorno in Italia. Tra le papabili per farlo tornare troviamo la Lazio, con il giocatore da anni sul taccuino di Tare. Shaqiri manda dei forti segnali a Tare, definendo il club biancoceleste una soluzione gradita ed intrigante soprattutto per il calcio espresso da Sarri.

Shaqiri

OGGI LAZIO PADOVA, DOVE VEDERLA ?

Continua a leggere

News

Lazio Padova – Orario, probabili formazioni e dove vederla

Archiviata l’amichevole contro la Triestina, Lazio Padova è il prossimo match in programma per i biancocelesti nel ritiro di Auronzo di Cadore

Avatar

Pubblicato

il

LAZIO PADOVA
<

Ad Auronzo di Cadore prosegue la preparazione degli uomini di Sarri (che verranno vaccinati sotto le 3 cime di Lavaredo) in vista della nuova stagione. Alla vigilia di Lazio Padova, è doveroso sottolineare i segnali convincenti che si sono visti in occasione delle prime due amichevoli disputate nel corso del ritiro. Dopo l’11-0 rifilato alla selezione locale i biancocelesti hanno battuto per 5-2 la Triestina. Contro i friulani si è visto un Luis Alberto in grande spolvero, autore di un gol e tre assist per le reti di Muriqi, Milinkovic-Savic e Radu. Il quinto gol è arrivato con un’autorete di Volta prima della reazione biancorossa firmata Di Massimo, autore di una doppietta nel finale di gara.

LAZIO PADOVA

In vista di Lazio Padova Maurizio Sarri potrebbe riproporre l’11 che si è imposto venerdì sulla Triestina. Tra i pali probabile conferma per Strakosha, con il quartetto difensivo che potrebbe essere nuovamente composto da Maruisc, Luiz Felipe, Radu e Hysaj. In mediana da valutare l’impiego dal primo minuto di Cataldi. In avanti probabile ballottaggio Caicedo-Muriqi. Il match è in programma nella giornata di domani alle 18.30 e sarà visibile su Sportitalia. Di seguito i probabili schieramenti delle due compagini:

LAZIO 4-3-3: Strakosha – Maruisc, Luiz Felipe, Radu e Hysaj – Luis Alberto, Leiva (Cataldi), Milinkovic-Savic – Felipe Anderson, Muriqi (Caicedo), Moro.

PADOVA 4-3-3: Vannucchi – Germano, Andjekovic, Pelagatti, Baraye – Ronaldo, Della Latta, Hraiech – Chiricò, Biasci, Jelenic.

LAZIO PADOVA
LAZIO PADOVA

BASIC, FIRMA IN ARRIVO

Continua a leggere

News

Celta Vigo alla Lazio : “Invidiate la nostra maglietta”

Celta Vigo alla Lazio : “invidiate la nostra maglietta”, una simpatica pubblicità per le strade di Roma

Avatar

Pubblicato

il

5DE444AA 9E72 4C2C AE22 773FCDC7579F
<

Celta Vigo alla Lazio : “invidiate la nostra maglietta”, una simpatica pubblicità per le strade di Roma

Celta Vigo alla Lazio : “invidiate la nostra maglietta” è una simpatica campagna pubblicitaria della nuova maglia da gara della squadra iberica. Le 2 squadre che hanno in comune i colori sociali, con il celeste a farla da padrone hanno presentato nei giorni scorsi le loro maglie. Per le strade di Roma sono apparsi cartelli pubblicitari e pullman con rappresentata la nuova “camiseta celeste” con un messaggioCiao Lazio, oggi la nostra nuova maglia ha fatto un giro a Roma, è bellissima vero ? Ci dispiace laziali ma date un’occhiata alla nostra celeste”. Dalla Lazio ancora nessuna risposta in merito, ma la simpatica pubblicità ha fatto centro.

Tweet

INCONTRO LOTITO SARRI PER IL MERCATO

Continua a leggere

Articoli più letti