Seguici sui Social

Arabic AR Chinese (Simplified) ZH-CN English EN French FR Italian IT Russian RU Spanish ES

News

Bonolis: “Italia? Ventura ha sbagliato la tattica”. Poi sul derby…

Pubblicato

in

Paolo Bonolis conduttore e tifoso dell'Inter


Paolo Bonolis ha fatto il punto sulla Nazionale e sul prossimo che la Lazio affronterà.

Queste le parole di Bonolis a Radiosei: “I cambiamenti in FIGC sono necessari per riportare il calcio italiano agli antichi fasti ma c’è anche da dire che ci sono state delle distorsioni tattiche. Quando abbiamo giocato con la Spagna, ha messo solo due centrocampisti con loro molto abili nel palleggio. Questo è stato veramente un colpo di genio: il povero Parolo aveva gli occhi fuori dalle orbite mentre Verratti è stato arrestato due giorni dopo per vagabondaggio visto che non sapeva più dove andare. Poi affrontiamo la Svezia e con arguzia impostiamo tutto il nostro gioco su Darmian e Candreva. I due continuavano a crossare come se davanti avessimo Bettega e Caracciolo. Siamo finiti in un gorgo tattico che era forse l’unica cosa da non fare. Se gli avversari sono alti tendenzialmente giochi con le palle basse altrimenti se hanno altre caratteristiche ti adegui di conseguenza. Siamo andati al tiro una volta con Immobile, due volte con Florenzi e una con El Shaarawy proprio giocando palla a terra; quando abbiamo alzato il pallone non l’abbiamo vista mai”.

SCUDETTO INTER

“Penso che, per come è andato il campionato fino ad ora, Lazio e Inter faranno a schiaffoni per il terzo e il quarto posto e ci metto dentro anche la Roma. Per il primo e il secondo posto vedo Juve e Napoli che alla lunga potranno mettere più punti in cascina. Bisogna vedere quanto influiranno le coppe e il mercato di gennaio. Comunque è un Inter che mi piace, combatte e gioca bene e può puntare alla qualificazione Champions invece per lo scudetto mi sembra un po’ troppo”.

“Sono due squadre molto differenti per come giocano. La Lazio mi piace molto: è difficilissima da affrontare, proprio ostica. La Roma è migliorata tanto: il lavoro di Di Francesco si sta facendo sentire. La gara è un po’ un’incognita: sono due squadre di pari livello con due stili di gioco differenti. Vedremo in gara quale dei due pagherà di più”. 

SEGUICI SU TWITTER>>>CLICCA QUI

LEGGI ANCHE DI VENTURA ESONERATO>>>CLICCA QUI

 

Pubblicità

News

Bruno Giordano fa gli auguri a Maradona: “60 anni fa la nascita del Dio del calcio”

Pubblicato

in



Nella giornata di oggi, Diego Armando Maradona compie 60 anni. Tra i numerosi messaggi di auguri, anche quello di Bruno Giordano

BRUNO GIORDANO: “Ai tempi del Napoli abbiamo giocato insieme. 60 anni fa nasceva il Dio del calcio, Diego Armando Maradona. Lo ringrazio perché ho avuto la possibilità di giocare accanto a lui e di essere suo amico. Gli voglio un gran bene e gli faccio tanti auguri di buon compleanno“. Così Giordano ai microfoni di Kiss Kiss Napoli.

 

Continua a leggere

Articoli più letti