CONFERENZA – Inzaghi: “Scudetto possibile. Dove giocherà Anderson? Beh…”

Alla vigilia di Lazio Torino, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi in conferenza stampa ha affrontato diverse tematiche: da Felipe Anderson a Wallace, passando per il discorso scudetto. Queste le parole di Inzaghi nella sala stampa di Formello: Quanto è importante vincere domani per agganciare la Roma? “Guardiamo solo a noi. Alla vigilia di Genova avevo […]

Alla vigilia di Lazio Torino, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi in conferenza stampa ha affrontato diverse tematiche: da Felipe Anderson a Wallace, passando per il discorso scudetto.

Queste le parole di Inzaghi nella sala stampa di Formello:

Quanto è importante vincere domani per agganciare la Roma?

“Guardiamo solo a noi. Alla vigilia di Genova avevo chiesto l’impresa di vincere a Marassi e i ragazzi sono stati bravissimi, perché la squadra è stata lucida fino alla fine vincendo una gara importantissima. Ora dobbiamo dare continuità. Domani incontreremo una squadra tosta come il suo allenatore, Sinisa lo conosciamo tutti. Dovremo fare una grande partita perché affronteremo un avversario duro. Abbiamo visto che in campionato i ritmi sono altissimi quindi noi dovremo essere bravi a fare punti domani, sarebbero importanti”.

Come intendi utilizzare Felipe Anderson? Giocherà ancora esterno di centrocampo come la scorsa stagione?

“E’ una grandissima risorsa. Quello che volevo vedere giovedì l’ho visto, ha recuperato anche se deve crescere di condizione. E’ una grande arma che possiamo usare in qualsiasi ruolo, un giocatore importante per noi, così come Wallace. Sono entrambi in ritardo di condizione perché vengono da stop lunghi, devono crescere atleticamente e sceglierò quando saranno pronti”.

La Lazio può ambire allo scudetto? E’ assurdo dirlo?

“No non è assurdo ma dobbiamo essere realistici perché quelle davanti stanno viaggiando a grandi livelli, quelle dietro sono pronte ad accorciare. Piuttosto dobbiamo essere bravi noi ad accorciare le distanze con quelle sopra. Ora è importante vincere col Torino, altrimenti perde d’importanza la vittoria di Marassi”.

Bastos?

“Ha avuto quel problema al derby ma sono contento di lui perché in questi mesi non ci ha fatto sentire l’assenza di Wallace. E’ un giocatore importante, non so se domani giocherà dall’inizio o verrà con me in panchina. In quel ruolo abbiamo anche Luiz Felipe, Patric e Wallace, sono contento perché rispetto a prima ho rotazioni più ampie”.

Che Lazio ti aspetti in futuro?

“Mi auguro quella vista finora, è il nostro obiettivo. Stiamo facendo qualcosa di inimmaginabile. Ce l’abbiamo messa tutta e vogliamo rimanere in alto”.

Nani?

“Sta facendo il recupero con allenamenti personalizzati, vogliamo recuperarlo nelle prossime partite senza il rischio che possa avere ricadute”.

Che gara ti aspetti domani?

“Il Torino viene da 5 pareggi consecutivi ma non mi pare in crisi come si dice. E’ sempre nel gruppo col Milan e Fiorentina, sta facendo un buon campionato e noi troveremo una squadra tosta e organizzata che vuole fare bella figura all’Olimpico”.

Leiva?

“E’ importantissimo per noi. Mi ha sorpreso come si è inserito nel nostro campionato. Mi aspettavo che ci avrebbe messo più tempo ad integrarsi ma già dal ritiro si vedeva che voleva subito entrare nei meccanismi della squadra. Complimenti al ds per aver preso questo grandissimo giocatore”.

A cosa dovete stare attenti domani?

“E’ una squadra tosta e preparata con ottime individualità come Ljajic, Belotti, Iago, Baselli. Dovremo fare una partita tosta perché vogliamo assolutamente vincere”.

Fabrizio Piepoli

SEGUICI SU TWITTER

 

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS

ULTIME NOTIZIE