Seguici sui Social



News

FIGC – Nulla di fatto al ballottaggio: sarà commissariamento

Pubblicato

il

Logo della Figc
PUBBLICITA

Giornata convulsa all’Hilton di Fiumicino: oggi infatti è andata in scena l’assemblea della Figc per eleggere il nuovo presidente.

Infatti il posto è vacante per effetto delle dimissioni di Carlo Tavecchio dopo l’esclusione dell’Italia dal mondiale di Russia 2018. I candidati in corsa erano Gabriele Gravina (presidente Lega Pro), Cosimo Sibilia (Presidente Lnd) e Damiano Tommasi (Presidente dell’Assocalciatori). E’ arrivata però la fumata nera: a vuoto tre votazioni e un ballottaggio. La Figc sarà quindi commissariata.

PRIMI SCRUTINI

Per l’elezione al primo scrutinio serviva la maggioranza dei tre quarti dei voti (75%). Come riporta la gazzetta.it i risultati hanno visto Sibilia  col 39,37 %, Gravina 37,06%, Tommasi 22,34%; schede bianche 1,22%. Nulla di fatto. Stesso discorso per il secondo scrutinio, dove serviva la maggioranza dei due terzi dei voti (66%): Sibilia ha ottenuto 40,41%, Gravina 36,39%, Tommasi si è fermato 22,23%.

TERZO SCRUTINIO

La terza votazione (maggioranza dei voti ovvero il 50% +1) ha tagliato fuori dalla corsa Tommasi col 20,79% ma ha prodotto un’altra fumata nera: né Sibilia al 39,42% né Gravina al 38,36% sono riusciti a raggiungere la maggioranza dei voti.

COLPO DI SCENA

L’Assocalciatori ha annunciato che avrebbe votato scheda bianca e il presidente della Lnd ha spiegato che i suoi delegati avrebbero seguito la stessa strada. Gravina ha invece smentito il rivale: “Qualcuno ha preferito non giocare la partita fino in fondo, togliendo la palla dal campo. Sibilia ha indicato ai suoi di votare scheda bianca”.

BALLOTTAGGIO

La quarta tornata di votazioni, con il ballottaggio, ha messo la parola fine alla giornata: Sibilia ha ottenuto 1,85% di voti, Gravina il 39,06% e le schede bianche sono state pari al 59,09%. Il quorum richiesto era il 50% più uno. La palla a questo punto passerà al Coni e in particolare a Giovanni Malagò, n.1 del Coni: senza presidente, per la Figc servirà un commissario.

SEGUICI SU TWITTER>>>CLICCA QUI

LOTITO SBOTTA CON NICCHI DOPO I TORTI DI MILANO>>>CLICCA QUI

 


News

Calciomercato Lazio: Da Mustafi a Maksmovic, tutti i nomi a parametro 0

Pubblicato

il

Calciomercato Lazio Maksimovic

Calciomercato Lazio – La stagione sta per concludersi, i biancocelesti sono in lotta per la qualificazione in Champions, ma per poter avere maggiori chances nella prossima stagione bisogna arricchire la rosa. Questo infatti è il momento in cui le società iniziano a muoversi in vista del mercato estivo, cercando di portare al più presto i nuovi giocatori. La Lazio per piazzare il colpo dovrà aspettare di capire a quale competizione europea parteciperà, ma nel frattempo può già individuare i giocatori che andranno in scadenza a 0 e quindi non sarà necessario spendere nulla per il cartellino.

CALCIATORI A 0

Il reparto dove bisognerà avere più rinforzi è senza dubbio quello difensivo. Musacchio dovrebbe abbandonare a fine stagione mentre Hoedt potrebbe essere riscattato a 5 milioni e a quel punto la Lazio avrebbe ben 5 difensori: Radu, Hoedt, Acerbi, Luiz Felipe e Patric. Il contratto di quest’ultimo scadrà nel 2022 e forse se non dovesse venirgli rinnovato potrebbe essere messo sul mercato e a quel punto i difensori da prendere saranno 2. In uscita dal Napoli c’è Nikola Maksimovic, difensore che potrebbe dare il suo apporto alla Lazio, accostato più volte durante il mercato invernale, a giugno sarà libero di firmare a 0. Oltre a Maksimovic che conosce bene il campionato italiano ci sono: Mustafi, Balbuena e Dragovic, Sakho; questi 4 oltre al quasi ex Napoli sono le piste più percorribili e facili. A 0 ci sono anche dei top player che al momento non sono in orbita biancoceleste a causa del loro ingaggio elevato: Sergio Ramos, Alaba, Garcia, Thiago Silva e David Luiz. Uno dei parametri 0 potrebbe affiancare il sogno di mercato difensivo: il laziale Romagnoli. Oltre alla difesa si pensa anche all’attacco, nel mirino c’è sempre il colombiano Borré a 0 che ha strizzato l’occhio ai biancocelesti e aspetta una loro chiamata

Continua a leggere

Articoli più letti