Seguici sui Social

News

Rizzolo sulla stagione della Lazio: “Squadra più forte e compatta dopo Salisburgo. Torino squadra ferita, ma…”

Pubblicato

il

Formazione Lazio Sampdoria
PUBBLICITA

L’intervento di Antonio Rizzolo sulla stagione della Lazio e non solo.

Sembrava in riserva la Lazio, ma è riuscita comunque a trovare la benzina per correre verso i propri obiettivi. A suon di gol, la squadra biancoceleste sta dicendo fortemente la propria nella lotta Champions. Ai microfoni di ‘LSR’ è intervenuto Antonio Rizzolo sulla stagione della Lazio, queste le sue parole: “La Lazio sta ricalcando quanto ha fatto negli ultimi anni, sta dando il meglio di sé a livello fisico e mentale. Avevo qualche dubbio dopo Salisburgo, ma ne è uscita ancora più forte e compatta. Sono tutti uniti negli obiettivi. Fanno gol gli attaccanti, fanno gol i difensori. Sono tutte frecce che Inzaghi sta scoccando al meglio. Immobile è devastante, ha raggiunto una grande maturità. Sta bene sotto tutti i punti di vista. Il mister biancoceleste è stato bravo a livello psicologico nel gestire alcune situazioni“.

QUANTI GOL

Quando in una squadra hai il capocannoniere da trenta e passa reti, i centrocampisti che segnano e i difensori che ne fanno una decina da calci piazzati, ti rendi conto di avere una squadra in grado di segnare come nessun’altra ha. Niente viene per caso, ma è frutto di situazioni su cui Inzaghi lavora in allenamento. Ovvio, poi ci vogliono i giocatori in grado di mettere in atto certe cose. Felipe Anderson sta bene, è uno che spacca la partita. Io lo sfrutterei dall’inizio. Però Inzaghi sa che c’è un equilibrio da mantenere. Credo ci sia la possibilità di farlo giocare con Luis Alberto. Io non rinuncerei ai giocatori che al momento sono in forma“.

VERSO TORINO

Ci sarà una motivazione in più dopo il risultato dell’andata, non sarà facile. E’ una squadra ferita, nè il pubblico né i giocatori stanno affrontando un buon momento. La partita d’andata c’ha fatto anche crescere. Ha fatto parte di un percorso di crescita, la Lazio la affronterà al massimo. ma non sarà facile. In ballo c’è la riconferma di un allenatore, alcuni giocatori importanti sono stati criticati… credo che Inzaghi abbia lavorato su questo, facendo capire alla squadra che nulla verrà regalato. Le qualità inespresse sono un vulcano che potrebbe eruttare da un momento all’altro. Ma confido nella Lazio. Non sarà un Torino attendista“.

LEGGI ANCHE IL RETROSCENA DI MERCATO SU LUIS ALBERTO

SEGUICI ANCHE SU TWITTER


Pubblicità

News

Lazio: prove tattiche in vista della Fiorentina, assente Milinkovic

Pubblicato

il


Oggi la Lazio si è ritrovata a Formello per sostenere la prima seduta tattica in vista della Fiorentina. Ancora assente Milinkovic-Savic

Alla seduta ha preso interamente parte Luiz Felipe, che ha lavorato in gruppo e disputato anche la prima partitella dopo l’infortunio e il successivo intervento alla caviglia. Il brasiliano sta gradualmente aumentando l’intensità degli allenamenti per tornare disponibile in vista del rush finale in campionato. Per lui possibile convocazione già sabato contro la Fiorentina. Nel caso in cui non dovesse farcela, il classe ’97 sarà quasi certamente a disposizione per le ultime 3 gare della stagione.

MILINKOVIC ANCORA ASSENTE

A Formello ancora assente Milinkovic-Savic, rimasto a riposo saltando il secondo allenamento consecutivo. Felipe Caicedo ha lavorato a parte e proverà a stringere i denti, mentre Escalante ha svolto una seduta differenziata e potrebbe presto tornare a disposizione. In difesa, dove dovrebbe essere confermato Marusic, tornerà Francesco Acerbi che ha scontato il turno squalifica. Sulla sinistra, complice la squalifica di Fares, dovrebbe essere riproposto (per la terza gara di fila) titolare Senad Lulic.

Continua a leggere

Articoli più letti