Seguici sui Social

News

SUPERCOPPA ITALIANA UFFICIALE, niente Italia, ecco dove e quando si giocherà

Pubblicato

il

La Lazio alza la Supercoppa italiana 2017
PUBBLICITA

Niente da fare per la Supercoppa, dopo essere tornata in Italia, la Lega ha deciso nuovamente di farla giocare all’estero. Supercoppa italiana ufficiale non si giocherà nel nostro Paese

Supercoppa italiana ufficiale, si giocherà in Arabia Saudita. A questo punto le due squadre, Juventus e Milan si vedranno costrette ad andare fino in Arabia per giocare la finale che tra l’altro, verrà giocata tra il 12 e il 16 gennaio 2019. L’accordo è stato siglato questa mattina a Zurigo dall’Amministratore Delegato della Lega Serie A Marco Brunelli e dal Presidente della GSA, Turki bin Abdel Muhsin Al-Asheikh, alla presenza dei rappresentanti dei due club, il Co-Chief Revenue Officer Giorgio Ricci per la Juventus e il Chief Communications Officer Fabio Guadagnini per il Milan. Ma non è questo l’unico accordo, infatti oltre a giocarla il prossimo anno, hanno firmato un accordo che prevede la disputa della Supercoppa nel loro territorio 3 volte in 5 anni. Questo significa che la Supercoppa si svolgerà 2 volte in Italia e 3 volte in Arabia (compresa quella tra Juve-Milan). 

L’amministratore delegato Brumelli ha dichiarato queste parole: “Siamo orgogliosi e felici dell’interesse manifestato per la Supercoppa italiana. Il riscontro di un importante mercato come l’Arabia Saudita per ospitare questa partita testimonia l’appeal che il calcio italiano esercita in tutto il mondo. La valorizzazione e la promozione del nostro brand passa attraverso questi accordi, necessari per favorire l’arrivo di nuovi investitori nel nostro campionato”.

Questa sarà la decima volta in cui la Supercoppa verrà assegnata lontano dall’Italia, ecco tutte le assegnazioni: Washington nel 1993, a Tripoli nel 2002, a New York nel 2003, a Pechino in tre edizioni (2009, 2011 e 2012), a Doha in due occasioni (2014 e 2016) e a Shanghai nel 2015.

SEGUICI SU FACEBOOK

LEGGI SPROCATI IL PRIMO ACQUISTO BIANCOCELESTE


Pubblicità

News

Zaniolo, quando vincere il derby è l’unico modo per festeggiare

Pubblicato

il

Zaniolo

Zaniolo, al termine del 2-0 firmato Mkhitaryan-Pedro, si è lasciato andare ad uno dei suoi sfottò social contro i biancocelesti.

Ma Zaniolo forse non si è reso conto che, al di là del risultato finale, anche per la Roma c’era ben poco da essere felici. Lo 0-2 rimediato a casa Inter aveva infatti decretato che, il prossimo anno, i giallorossi (guidati dal neo eletto ottavo re di Roma Mourinho) saranno costretti a ripartire dall’anonimato della Conference League. In più c’è il primato cittadino, rimasto saldo nelle mani dei biancocelesti. I quali, c’è da sottolinearlo, hanno indubbiamente favorito il risultato avverso. Possono recriminare giusto per qualche occasione nel primo tempo, concessa dagli uomini di Fonseca troppo timorosi e sprecata malamente. Ma in generale – soprattutto dopo lo svantaggio – hanno dato l’impressione di essersi accontentati dell’Europa League centrata tre giorni prima col Parma. Un obiettivo minimo, alla luce delle aspettative (ben più alte) di inizio stagione. Alle quali, se avessero tenuto fede fino in fondo, probabilmente ora staremmo parlando di un risultato diverso. A Zaniolo & co cosa resta dunque? A parte il già citato approdo nell’Europa ‘minore delle minori’, c’è la ‘rivalsa’ per la brutta sconfitta dell’andata. Ben poco come consolazione, ma al talentino di quegli altri tanto basta. La sua felicità si è manifestata in tutto il suo fulgore sia, sugli spalti, da dove l’infortunio al ginocchio lo ha costretto a seguire la partita, che fuori. In una ‘storia’ pubblicata sul suo profilo Instagram, compare infatti una foto di una sua apparizione nella stracittadina e accanto la didascalia ‘Ciao belli’ e due pere (i due gol segnati). D’altronde, se la vittoria è di poco conto, il modo di festeggiarla non può non essere simile.

è morta “Mamma Enza” la mamma di tutti i Laziali

Continua a leggere

Articoli più letti