Seguici sui Social

News

ATALANTA LAZIO Inzaghi: “Gol annullato? Non siamo fortunati”

Pubblicato

il

Il tecnico della Lazio Simone Inzaghi
PUBBLICITA

La partita termina 1-0 in favore dei bergamaschi che segnano al primo minuto grazie a Radu che rinvia la palla su Zapata. Atalanta Lazio Inzaghi parla nel post partita

Atalanta Lazio Inzaghi parla nel post partita dopo che aveva acciuffato la gioia del pareggio all’ultimo minuto ma poi il var ha annullato il gol di Acerbi per fuorigioco

“Quando ho visto che aspettavano ho pensato che sicuramente avrebbero annullato il gol. C’è rammarico, una partita che non meritavamo di perdere, grande rispetto per l’Atalanta ma gli ultimi due anni avevamo sofferto molto qui a Bergamo, perdiamo l’unica partita che non meritavamo di perdere. Il nostro portiere non ha fatto neanche una parata oggi. si prende un gol al 99 di tacco, al 90 te l’annullano. Avevo già esultato si va avanti già da un anno e mezzo, non pensavo lo potessero annullare, non c’era il perché, poi hanno tracciato questa riga che ci hanno annullato il gol, non sarebbe servito molto il punto alla classifica ma dispiace sopratutto per i ragazzi che non meritavano la sconfitta. Non ridimensionamento il campionato, le altre hanno vinte, avranno altre 22 partite importante. Siamo in un momento così dove l’episodio non gira a nostro favore. Abbiamo creato occasioni, Berisha ha fatto diverse parate”.

“I ragazzi sono stati bravi non abbiamo sofferto per niente. Ho detto ai ragazzi che così usciremo da questo momento, con questo spirito sono sicuro che torneremo a vincere, ripartiremo dalla partita contro il Cagliari. Avevamo preparato con Correa e Immobile che dovevano stare alti per ripartire gli chiedevo di attaccare la profondità, nel primo e nel secondo tempo abbiamo creato ma nell’ultimo passaggio abbiamo sbagliato. Abbiamo creato diverse occasioni senza concretizzarle. Dobbiamo essere più precisi ed essere più cattivi in zona gola. Senza il gol di tacco di Sapanora al 99 avremmo vinto facendo 27 tiri in porta, è andata così. La prestazione di questa sera è stata buona, sono contento così. Sono convinto che con questo spirito li riacquisteremo tutti questi punti persi”.

MODULO E SORTEGGIO

“Penso che con la difesa a 3 l’Atalanta non ci ha fatto un tiro in porta, solo il gol per errore di Radu. Si può difendere a 3, 4 o 5 ma basta vedere lo spirito. Mancano 22 partite e faremo uno sprint con tutte le altre, ma la Lazio ripartirà e farà il suo campionato per avere un posto in Europa importante. Squadra forte il Siviglia, stamattina avevamo detto che avremmo beccato: Chelsea, Arsenal o Siviglia, avremmo fatto bene a stare zitti. Ci penseremo a metà mese, sapevamo che arrivando secondi avremmo beccato una squadra forti, potevamo essere più fortunati ma la fortuna bisogna cercarla e magari arrivando prima non avrebbe trovato un sorteggio difficile”.

 

Lazio Style: “Non esulto più ai gol perché so della var. Non pensavo fosse in fuorigioco, Masiello mi sembrava dietro rispetto ad Acerbi. 2 partite decise da episodi a nostro sfavore, dovremmo essere bravi a portarli dalla nostra parte. Anche sul primo tempo, sul braccio di Zapata sembrava rigore ma invece no. Dispiace aver perso una partita del genere, qui a Bergamo avevamo sempre sofferto e abbiamo perso l’unica volta in cui non abbiamo sofferto ma giocato bene. Strakosha non ha fatto neanche una parata. Si meritava altro però come ho detto la prestazione c’è stata e ce la teniamo. Le altre si sono avvicinate, rimaniamo in zona Europa League – Champions e ce la giocheremo fino alla fine con tutte”.

“Il gol di Acerbi e la mia esultata spiega un po’ il mio momento, loro s’impegnano tantissimo e accettano le mie scelte con serenità, mi dispiaceva vederli perdere queste partite. So che da quando c’è il var si può fare una figuraccia esultare per poi vedere che invece te l’annullano. Per 2 millimetri la linea ha condannato Acerbi. Mi aspetto una gara difficile contro il Cagliari, una squadra che sa quello che vuole ma vogliamo tornare alla vittoria e ottenere i 3 punti”.

SEGUICI SU FACEBOOK

LE PAGELLE DI ATALANTA LAZIO

 


News

Luis Alberto, cambio e maglia gettata: Farris prima lo striglia poi se lo coccola

Pubblicato

il


Un cambio che non è stato digerito: Luis Alberto lascia il posto ad Akpa Akpro nel secondo tempo di Lazio Benevento e non ci sta. Maglia gettata per stizza in panchina ma Farris chiarisce tutto. 

Non è la prima volta che Luis Alberto reagisce così: troppo grande la voglia di restare in campo e soffrire ed aiutare la squadra. Oggi si è ripetuto con un gesto di stizza che non è passato sotto traccia. I giornalisti infatti hanno notato l’atteggiamento e la reazione del fantasista biancoceleste tanto da fare la domanda diretta a mister Farris in conferenza: “Maglia gettata da Luis Alberto? Le cinque sostituzioni hanno cambiato tutto e bisogna che i calciatori abbiano rispetto dei compagni che entrano. L’episodio della maglia buttata però è già acqua passata e non ci sono problemi con Luis”.

Continua a leggere

Articoli più letti