LA NOSTRA STORIA – Fabio “Speedy” Liverani compie gli anni

Il 29 aprile 1976 nasce a Roma Fabio Liverani. Inizia a tirare i primi calci al pallone nell’oratorio di Santa Maria Ausiliatrice al Tuscolano.

GLI INIZI DELLA CARRIERA

Entra a far parte delle giovanili della Lodigiani, poi in quelle di Palermo, Napoli e Cagliari. Centrocampista dotato di una ottima visione di gioco. Non molto veloce nella corsa ma rapido a far muovere la squadra e il pallone. La sua carriera professionistica inizia con la Nocerina nel 1996. Dalla stagione 1996/97 gioca con la Viterbese. Nella stagione 2000-01 passa al Perugia, dove fa il suo esordio in Serie A.

LA LAZIO

Nel campionato 2001/02 è acquistato dalla Lazio per 25 miliardi di lire più la compartecipazione di Berrettoni. Firma un contratto di cinque anni con un ingaggio da circa 2 miliardi di lire a stagione. Durante la sua permanenza riesce a vincere la Coppa Italia nella stagione 2003/04. Diventato il capitano della squadra, a causa di incomprensioni con la società decide di non rinnovare il contratto in scadenza e lascia Roma. Nel 2006 passa alla Fiorentina a parametro zero. Con i viola gioca due stagioni raggiungendo la semifinale di Coppa UEFA e un quarto posto che vale la qualificazione alla Champions League. Dalla stagione 2008/09 si trasferisce al Palermo. Ad agosto 2011 passa al Lugano ma la sua esperienza in Svizzera termina nel mese di novembre quando lascia la squadra senza aver collezionato presenze.

LA NAZIONALE

Liverani ha esordito con la Nazionale nel 2001 sotto la direzione del CT Giovanni Trapattoni. Di madre somala, è stato il primo giocatore di colore (o perlomeno il primo giocatore di chiare origini africane, se si considerano di colore alcuni oriundi sudamericani come Miguel Montuori) a indossare la maglia della Nazionale maggiore.

LA CARRIERA DA ALLENATORE

Appesi gli scarpini al chiodo nel novembre del 2011 diventa allenatore degli Allievi Regionali B del Genoa. Nel 2013 viene promosso allenatore della prima squadra ma alla fine di settembre dello stesso anno viene esonerato. Nel 2014 viene chiamato alla guida del Leyton Orient, squadra della League One inglese, ma nella stagione successiva dopo la retrocessione della squadra in Football League Two, lascia il club inglese. Dopo quasi due anni di inattività passa alla guida della Ternana, in crisi, conducendo la squadra alla salvezza. Al termine della stagione non viene però confermato dalla nuova proprietà. A settembre 2017 passa alla guida del Lecce, in serie C. Firma un contratto biennale e conduce i pugliesi alla vittoria del campionato ottenendo la promozione in serie B con un turno di anticipo.

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

DIVENTA NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

LASCIA UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK