LA NOSTRA STORIA – Libor Kozak, il ‘Pennellone’ di Roma

Il 30 maggio 1989 nasce a Opava, in Repubblica Ceca, l’ex giocatore della Lazio Libor Kozak. Attaccante centrale di stazza fisica notevole, bravo nel proteggere il pallone per facilitare l’inserimento dei compagni. Combattivo e generosom buon senso del goal e pericoloso sui colpi di testa.

GLI INIZI

Inizia la propria carriera agonistica nelle giovanili della cittadina natia dove resta fino al 2007. All’inizio a causa della sua stazza Kozak ricopre il ruolo di stopper ma visto il suo senso del gol nelle sortite offensive ben presto venne spostato più avanti. Nel 2007 fa il suo esordio con la prima squadra nella Druhá liga, la seconda divisione del campionato ceco, e grazie alle sue reti raggiunge la promozione in prima squadra.

L’ARRIVO DI KOZAK ALLA LAZIO

Viene acquistato dalla Lazio nella stagione 2008/09 per 1 milione e 200.000 €. Aggregato alla Primavera partecipa al Campionato di categoria. Giovane talento, si dimostra giocatore di valore, tanto che Delio Rossi lo convoca per alcune gare della squadra maggiore. Il 2 maggio 2009 nel corso di un Inter-Lazio, terminato 2-0 per i padroni di casa, fa il suo esordio in Serie A. La stagione successiva viene ceduto in prestito al Brescia. Dopo un buon campionato conquista la promozione in Serie A con i lombardi e poi rientra alla Lazio. L’ottimo precampionato convince l’allenatore biancoceleste Reja – subentrato nel frattempo a Rossi – a trattenerlo e schierarlo come quarta punta della squadra. In maglia biancoceleste disputa quattro stagioni collezionando 80 partite e 22 reti in competizioni ufficiali. Nell’Europa League 2012/13 con 8 reti segnate è il capocannoniere assoluto della competizione. Con la Lazio Libor Kozak ha vinto la Coppa Italia nella stagione 2008-09 e nel 2012-13.

IL TRASFERIMENTO IN INGHILTERRA E IL RITORNO 

A settembre 2013 viene ceduto all’Aston Villa per circa otto milioni di euro. Il 2014 si apre nel peggiore dei modi. In uno scontro con il compagno di squadra Ciaran Clark in allenamento si rompe tibia e perone ed è costretto a concludere anticipatamente la sua prima annata in Inghilterra. A causa di complicazioni legate al grave infortunio, dovute a un’operazione chirurgica sbagliata, salta anche tutta la stagione 2014-2015. Il 25 agosto 2015 fa il suo ritorno in campo dopo il lungo infortunio (605 giorni). Il 2 gennaio 2016 torna a giocare anche in Premier League. Il 23 gennaio successivo, in occasione della trasferta contro il West Bromwich, in uno scontro di gioco subisce una frattura alla caviglia che lo allontana dal campo di gioco fino a fine stagione. Ad agosto 2017, dopo essersi svincolato, torna in Italia al Bari in Serie B firmando un contratto annuale. Il 16 luglio 2018, con il fallimento del Bari, si trasferisce a titolo gratuito al Livorno. Il 17 gennaio 2019 risolve il contratto e dopo una settimana torna in patria firmando con lo Slovan Liberec.

NAZIONALE


Ha giocato nella Nazionale Under 19 e Under 21 ceca. Nel marzo 2011 viene convocato dal CT della Nazionale maggiore Michal Bílek per la doppia sfida di qualificazione ad Euro 2012 contro Spagna e Liechtenstein, senza però scendere in campo. Il 14 novembre 2012 esordisce nel match amichevole vinto per 3-0 contro la Slovacchia.

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

DIVENTA NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

LASCIA UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK