Seguici sui Social

Articolo copertina

PAGELLE CAGLIARI LAZIO — 1-2 in terra sarda. Decidono Luis Alberto e Correa

Pubblicato

in



PAGELLE CAGLIARI LAZIO — Termina 1-2 la gara della Sardegna Arena. Decidono nel primo tempo e Correa nella ripresa. Questi i voti dei biancocelesti

PAGELLE CAGLIARI LAZIO

PROTO 6,5 — L’ex portiere dell’Anderlecht non dimostra eccessiva sicurezza sbagliando un rilancio che porta al tiro Barella e uscendo con eccessiva foga per anticipare Deiola, finendo per scontrarsi con Lulic. Il portiere belga riceve inoltre un giallo al 64′ per perdita di tempo. Probabile che la scarsa sicurezza coincida con lo scarso minutaggio. La prestazione passa però da sufficiente a convincente quando ipnotizza Deiola lanciato a tu per tu contro di lui. Una parata pazzesca utile ad evitare che il match si riaprisse. Alla fine della fiera si rivela affidabile e non fa rimpiangere Strakosha. Incolpevole sul gol di Pavoletti in pieno recupero

LUIZ FELIPE 6 — Prestazione diligente dell’italo brasiliano, che senza strafare dà il proprio apporto alla retroguardia biancoceleste. Giallo al 94′.

ACERBI 6,5 — Solita partita attenta del centrale ex Sassuolo. Se la Lazio rischia poco o nulla il merito è anche suo.

RADU 6 — Primo tempo positivo macchiato solo dal giallo, al 14′, che lo costringerà a saltare il prossimo turno contro il Bologna. Dal 74′ Bastos: qualche giocata goffa ma in 20 minuti fa il suo e non rischia eccessivamente.

MARUSIC 6,5 — Dai suoi piedi partono i due gol della Lazio. Nel primo tempo conclude il fraseggio di prima con Luis Alberto che realizza il gol del vantaggio. Al 53′ da inizio al contropiede da manuale che manda in gol Correa.

PAROLO 6,5 — Ancora una chance da titolare per lui: gioca una partita ordinata e dà il ritmo al centrocampo.

BADELJ 6,6 — Buon primo tempo per il croato (ammonito al 26′, non diffidato), che al 39′ scaglia un bolide dai 25 metri che si stampa sulla traversa dopo la deviazione decisiva di Cragno. Dal 62′ Cataldi 6: quando chiamato in causa fa sempre il suo. Oggi non è da meno: lotta e sacrificio.

LUIS ALBERTO 7,5 — Ha una buona occasione al 20′ ma Cragno risponde alla grande. Dieci minuti dopo, però, l’estremo difensore rossoblu non può nulla sulla rasoiata di piatto dello spagnolo, che al 53′ lancia splendidamente Correa mettendolo in condizione di trovarsi a tu per tu con Cragno. Dall’84’ Immobile sv.

LULIC 6,5 — Corsa, lotta e sacrificio. Quando manca la sua assenza si sente. Oggi tanto lavoro sporco, il solito, da capitano.

CORREA 7 — Nel primo tempo semina il panico nella retroguardia rossoblu, servendo due nette palle gol per Caicedo. Al 53′ sigla il gol del 2-0 freddando Cragno con il mancino su assist con il contagiri di Luis Alberto.

CAICEDO 6,5 — Nel primo tempo due grandi occasioni. Nella prima circostanza il pallonetto dell’ecuadoregno, a tu per tu con Cragno, sorvola di poco la traversa. Al 21′ è Romagna a salvare sulla conclusione a botta sicura del n.20 biancoceleste.

Articolo copertina

Nella notte pesanti striscioni contro Claudio Lotito

Pubblicato

in

Striscioni contro lotito


Nella notte sono apparsi due striscioni contro il presidente della Lazio Claudio Lotito. Il primo recita “False promesse e mediocrità, il calciomercato è il solito scempio. Fuori il mercante dal tempio“. Mentre il secondo è una pura offesa al patron della Lazio “Lotito pezzo di *****”. I messaggi sono firmati Ultras Lazio. Il malcontento dei tifosi va comunque capito. D’altronde ad oggi il calciomercato della Lazio non è stato esaltante e i tifosi si aspettavano qualcosa di più. I fallimenti di Silva e Kumbulla e l’acquisto di Hoedt sono le operazioni che più lasciano l’amaro in bocca. Senza poi calcolare che Fares non è ancora ufficiale, Muriqi sta ancora in Turchia, Bastos non vuole andar via, Reina 38 anni. Insomma tutto un po’ alla carlona. Seppur ci sono stati diversi acquisti, questi sono quasi tutti scommesse o comunque operazioni che non entusiasmano il cuore dei tifosi. Sperando che anche questa volta la coppia Lotito-Tare abbia ragione e che la Lazio a fine stagione termini il torneo nel migliore dei modi, dobbiamo raccontare di una piazza che giustamente si aspettava di più.

Continua a leggere

Articoli più letti