Il gol di Fiorini che cambiò la storia della Lazio (VIDEO)

21 giugno 1987: il gol di Giuliano Fiorini che cambiò la storia della Lazio. Roma, Stadio Olimpico. In campo una squadra con un piede e mezzo in Serie C, partita a inizio campionato con nove punti di penalizzazione.

IL GOL DI GIULIANO FIORINI CHE CAMBIO’ LA STORIA DELLA LAZIO

Alla guida di quella squadra un ottimo allenatore e un grande uomo: Eugenio Fascetti. Già a inizio stagione il tecnico mostra il suo proverbiale pugno duro e fa capire ai suoi giocatori cosa li aspetti per tutta la stagione: “Chi non se la sente alzi la mano e si chiami fuori”. I calciatori rimasero tutti e ancora oggi sono amati, rispettati e venerati, dai tifosi biancocelesti.

Uomini di altri tempi, calciatori e ‘eroi’ molto diversi da questi dei nostri giorni, oramai solamente mercenari strapagati che vivono in un pianeta tutto loro lontani dalla gente, circondati da belle donne, macchine di lusso, preparatori atletici preparatissimi, ma senza cuore, senza sentimenti.

L’AMBIENTE

Quel giorno lo Stadio Olimpico era gremito. I tifosi erano accorsi allo stadio non per assistere a una finale di Coppa, non per una partita di cartello, ma per combattere lo spettro della retrocessione in Serie C.  Sul terreno di gioco Lazio e Vicenza.

A pochi minuti dal termine, dopo una gara nervosa giocata con una tensione che arrivava alle stelle, il risultato era ancora sullo 0-0. Un verdetto che avrebbe condannato la Lazio alla retrocessione, cosa che per il club più antico di Roma avrebbe voluto dire la fine. Calciatori e tifosi stremati dal caldo, dalla paura, dalla sofferenza.

GIULIANO DIVENTA LEGGENDA

All’improvviso una luce, un cross in area di rigore, un tiro sbagliato. Bomber Fiorini che si improvvisa angelo e diventa leggenda: controlla il pallone spalle alle porta, si gira e con la punta del piede lo mette alle spalle del portiere vicentino.

Sulle tribune scoppia il delirio, un boato sovrumano sommerge la voce dei radiocronisti. Gente che si accascia dall’emozione per una rete che garantisce la sopravvivenza. Quei famosi spareggi di Napoli che poi la Lazio vincerà contro Taranto e Campobasso.

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

DIVENTA NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

LASCIA UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK