Seguici sui Social

Articolo copertina

LAZIO AURONZO Lucas Leiva: “Squadra più forte ma dobbiamo crescere”

Pubblicato

il

PUBBLICITA

Lazio Auronzo – Dopo l’infortunio subito il centrocampista brasiliano Lucas Leiva si presenta in conferenza stampa per far luce sulle proprie condizioni. Leiva, questa è una Lazio più forte e da Champions? “Speriamo di sì. Siamo nella prima settimana di lavoro, bisogna restare tranquilli. Ad Auronzo possiamo lavorare bene, con i nuovi arrivi la squadra è già più forte. Ma non voliamo troppo, prepariamoci bene per l’inizio della stagione”. Su Milinkovic: “È importante per noi. Sappiamo che ha fatto la differenza in tante partite. Dobbiamo restare concentrati. Fa parte del gruppo, finché resterà alla Lazio sarà importante per noi. Dobbiamo aspettare. Tante squadre lo vogliono, siamo felice che sia con noi”. Dopo un ottavo posto come si riparte? “L’ho detto alla fine della stagione. L’ottavo posto non era giusto per il valore della squadra. Abbiamo disputato una bella Coppa Italia. Ora dobbiamo crescere in campionato”.  Sulle sue condizioni: “Ho avuto un problema alla coscia destra. Devo aspettare una valutazione dell’infortunio più approfondita ma non credo sia niente di grave. Solo un po’ di fastidio. Speriamo di avere una notizia positiva nei prossimi giorni”. Manca un po’ di esperienza alla Lazio? “No, quello che è mancato sono stati i punti. L’ho detto l’anno scorso. Avevamo la chance di stare tra le prime quattro, due anni fa sappiamo come è andata nell’ultima partita. Non dobbiamo guardare troppo avanti, ciò toglie tante energie. Ora dobbiamo solo lavorare bene fisicamente e mentalmente in un ambiente positivo. Così possiamo iniziare bene il campionato e poi pensare alla Champions. Parlare troppo presto non ha senso”. Contento di essere alla Lazio? “Sì. Dopo 10 anni in un club grandissimo come il Liverpool la Lazio è stata una delle scelte più importanti della mia vita. Mi sono trovato benissimo, e così anche la mia famiglia. È stata una scelta funzionale. Spero lo sia stata anche per la Lazio”. A volte si è detto che alla Lazio sia mancato il carattere. Ti aspetti acquisti alla Leiva? “Stiamo lavorando da 5-6 giorni con i nuovi. È troppo presto per fare un’analisi. L’importante è che si trovino bene, che capiscano il modo di giocare. Se sono qui significa che sono forti. L’anno scorso dopo l’Inter avevamo una grande chance, poi abbiamo sbagliato qualche partita. Il prossimo anno tenteremo di non sbagliare”. Il rapporto tra Leiva e Inzaghi: “Il mister è il simbolo della Lazio. È qui da tanti anni come giocatore e allenatore. Ha creduto in me, mi ha dato la possibilità di giocare. È stato importante. Avere lui anche il prossimo anno significa che possiamo proseguire questo percorso”. Dove può arrivare la Lazio in Europa League? “Ogni anno partiamo per vincere, altrimenti non ha senso cominciare il campionato, la Coppa Italia e l’Europa League. A maggio tireremo le somme. Due anni fa abbiamo fatto un grande percorso. Speriamo di andare il più avanti possibile”. Dove collochi la Lazio? “Dobbiamo aspettare, è troppo presto. Ora pensiamo solo a prepararci. Vedremo quando inizieranno le partite vere. Abbiamo la squadra per arrivare tra le prime quattro o cinque. L’anno scorso non è stato un bel campionato il nostro”.  Quanta rabbia l’Atalanta in Champions? “Rabbia no. L’Atalanta ha meritato, ha fatto meglio di noi. Dobbiamo analizzare, tutti cominciano da zero. Speriamo di fare meglio e fare risultati migliori”. Sei stato premiato per due anni come giocatore dei tifosi: ora i tuoi obiettivi personali? Quali qualità stai scoprendo? “Spero di vincere anche il terzo anno (ride, ndr). Il mio è un ruolo importante. Mi sono trovato bene, l’allenatore mi ha dato fiducia. Anche prima le mie qualità le avevano intraviste altri tecnici”. È una Lazio più spensierata rispetto all’anno scorso? “È importante imparare dagli errori, speriamo di non rifarli. Ogni anno la squadra lavora insieme, quindi migliora costantemente L’anno scorso abbiamo fatto una bellissima Coppa Itali ma in campionato volevamo fare meglio. Cercheremo di iniziare bene e di finire in una posizione più alta in classifica”.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

 

 


Pubblicità

Articolo copertina

FIORENTINA LAZIO PAGELLE 2-0 Squadra spenta e senza idee, Champions un miraggio

Pubblicato

il


Fiorentina Lazio pagelle. Sconfitta pesantissima per 2-0 in ottica Champions League

Ecco i voti dei biancocelesti al termine della gara del Franchi. Fiorentina Lazio pagelle. Un 2-0 che allontana la squadra dal quarto posto

Fiorentina Lazio pagelle

Fiorentina Lazio pagelle della difesa

  • REINA 5.5- Incolpevole sul primo gol di Vlahovic. Sul raddoppio poteva fare di più. Non è più il portiere che trasmetteva sicurezza come fino a qualche mese fa.
  • MARUSIC 6.5 – Magistrale e fondamentale il suo intervento in scivolata nei primi minuti che sventa il contropiede di Vlahovic che era diretto in porta. E’ il più attento del pacchetto arretrato.
  • ACERBI 5.5 – Sbaglia malamente in occasione del gol Viola. Il suo rilancio sbilenco dà il via all’azione avversaria e non riesce poi a tamponare l’avversario. Si prende un giallo per una trattenuta su Vlahovic. Oggi il leone è apparso poco concentrato.
  • RADU 5.5 – Poco preciso sui cross dalla trequarti e commentte un errore che fortunatamente non è costato caro alla Lazio: un retropassaggio, non il primo stagionale, errato. Nella ripresa si prende un giallo per un intervento scomposto. Dal 74′ MURIQI s.v.

Fiorentina Lazio pagelle del centrocampo

  • LAZZARI 5.5 – Serata no per il motorino biancoceleste. La freccia ex Spal non si è messa in moto nella serata toscana. Dal 63′ PEREIRA 4.5 (IL PEGGIORE)– Tanto fumo e niente arrosto, il brasiliano viene ricordato sul tabellino solo per il cartellino rosso ricevuto
  • MILINKOVIC 6.5 (IL MIGLIORE)- E’ il più pericoloso della squadra laziale, colui che si è arreso per ultimo. Nella seraata no degli attaccanti, è lui che crea le occasioni da gol, ma trova sulla sua strada un grande Dragowski che gli dice di no su un ravvicinato colpo di testa. Poi offre una palla al bacio a Correa che fallisce un gol clamoroso.
  • LEIVA 5.5 – Anche il brasiliano è stato “vitttima” di un approccio alla gara errato che ne ha compromesso la sua prestazione. Ammonito per un brutto fallo su Ribery, salterà il prossimo match contro il Parma. Dal 63’CATALDI 5.5 Il suo ingresso non si nota, non cambia le cose.
  • LUIS ALBERTO 5.5 Il Mago oggi non ha fatto magie. Poco incisivo e non aiutato dai movimenti degli attaccanti. Fatica a trovare gli spazi giusti e le verticalizzazioni. Nella ripresa sparisce completamente dal gioo. Dal 74′ AKPA AKPRO s.v.
  • LULIC 5 – Purtroppo il capitano è il peggiore in campo nelle file biancocelesti. Mai propositivo sulla fascia sinistra, dove la Lazio ha giocato comunque molto poco. Non dà sostanza al centrocampo. Sul gol di Vlahovic lui e Radu potevano fare di più. Dal 63′ LUIZ FELIPE 5.5 Rientra dopo un lungo intervento e si prende la puntualissima ammonizione. Si fa anticipare da Vlahovic in occasione del 2-0

Fiorentina Lazio pagelle dell’attacco

  • CORREA 5.5 – Poteva indirizzare la gara a favore dei biancoceelsti. Invece il suo piattone sotto porta è stato ribattuto dal guantone di Dragowski. L’argentino è andato troppo mollo su quel pallone che poteva cambiare la storia della gara. Non riesce a dialogare come si deve con Ciro e non si rende mai incisivo
  • IMMOBILE 5.5 – Pescato puntualmente in fuorigioco, una, due tre volte. King Ciro non riesce a trovare il guizzo vincente ma anche lui soffre la maledetta serata del Franchi, amncando l’appuntamento crocevia per la Champions.

Fiorentina Lazio pagella dell’allenatore

  • ALL. INZAGHI 5.5 – I suoi ragazzi sono apparsi come non consapevoli dell’importanza della gara. Ora il cammino verso il quarto posto si fa arduo e troppo in salita. Brutto ko per come è maturato.

Fiorentina Lazio pagella degli avversari

  • FIORENTINA VOTO 7 – La squadra di Iachini ha fatto la partita che voleva. Squadra compatta in difesa e contropiede poi il bomber Vlahovic ha fatto la differenza con la doppietta che vale quasi la salvezza.

LUIZ FELIPE TORNA IN LISTA, FUORI HOEDT

Continua a leggere

Articoli più letti