11 nov. 2007-11 nov. 2019: Gabriele Sandri sempre nei nostri cuori

Oggi, 11 novembre, è un giorno triste per tutti i tifosi della Lazio. Ma non solo, anche per i sostenitori delle altre squadre. In questo maledetto giorno ricorre la data della morte di Gabriele Sandri.

Una pessima giornata per tutti quei tifosi che ritengono con diritto la fede per la propria compagine del cuore motivo di orgoglio e di appartenenza a un mondo che va oltre il semplice significato della parola ‘tifo’. Un mondo che fa dell’onore e del rispetto le basi principali dell’intero universo della tifoseria. 11 novembre, giorno infausto per i tifosi biancocelesti, giorno in cui veniva a mancare Gabriele Sandri. Il giovane tifoso scomparso prematuramente nel 2007 nell’area di servizio di Badia al Pino. Deceduto a causa di un colpo di pistola esploso dall’agente della Polizia stradale  Luigi Spaccarotella. Mentre, l’allora ventiseienne sostenitore laziale, si stava recando in compagnia di alcuni amici a Milano per assistere all’incontro di calcio Inter-Lazio. Gabbo, questo il suo soprannome, è sempre nel cuore di tutti i sostenitori biancocelesti che lo ricordano con immenso affetto e commozione.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER