Seguici sui Social

Articolo copertina

LAZIO SAMPDORIA PAGELLE 5 gol per l’Undicesima. E Ciro fa tris

Pubblicato

il

Immobile
PUBBLICITA



I voti dei calciatori biancocelesti al termine della gara. Lazio Sampdoria pagelle

Lazio Sampdoria pagelle

STRAKOSHA 7 – Nel finire dle primo tempo devia egregiamente un tiro dal limite. Nella ripresa viene infilato da Linetty, ma non ha colpe. Sicuro con i piedi e nelle uscite alte.

PATRIC 7.5 – E’ stata la sua settimana. Lo spagnolo con il viso angelico, ha segnato contro la Cremonese da ala ed oggi ha giganteggiato in difesa. Settimana da Dio per lui

ACERBI 7.5 – Giornata facilissima per Ace. Gabbiadini e Caprari sono poca cosae lui si gode il pomeriggio vittorioso. Gioca con intelligenza per non rimediare il giallo. Dal 65′ VAVRO 6.5 – Voto di incoraggiamento allo slovacco, tornato disponibile dopo l’infortunio

RADU 7 – Il terzetto difensivo ha funzionato ottimamente, con la complicità della pochezza degli attacchi doriano. Bravo a non farsi ammonire per non saltare la stracittadina. Dal 48′ BASTOS 7 entra, segna con un destro sotto l’incrocio e si riscopre sempre più difensore goleador. What else?

LAZZARI 7.5 – Che freccia, indemoniato. Asfalta chiunque trovi sulla sua corsia e mette al centro palloni a più non posso. Ha il pregio di conquistarsi il rigore che vale il 2-0, quando il suo cross viene fermato con la mano dal difensore doriano. E’ il tassello che mancava a questa Lazio.

MILINKOVIC 7 – Il Sergente oggi ha fatto lo scudiero di Luis Alberto, spesso in avanti in questa Lazio offensiva. Ha comandato a centrocampo lasciando le briciole agli avversari.

LEIVA 7.5 – Un po’ mastino di centricampo, un po’ regista. Il brasiliano è un tuttofare che non si risparmia nenache sul 5-0. Indistruttibile, insormontabil, semplicemente Lucas.

LUIS ABERTO 8 – Ogni azione passa per i suoi piede. Il Mago anche oggi ha spezzato in due la squadra avversaria con il suo cambio di passo e le sue geometrie. Caparbio quando invita ripetutamente l’arbitro ad andare al Var in occasione dle rigore del 5-0. Il mondo biancoceleste ruota intorno a lui.

JONY 7 – Bravo lo spagnolo che ha sostituito Lulic. Ha un buon piede e i suoi cross sono sempre velenosi e precisi. Ha fatto bene sia la fase offensiva che quella difensiva. Ha acquisito sicurezza dopo i primi mesi di ambientamento.

CAICEDO 7 – Pronti via e dopo 7 minuti il Panterone indirizza la partita con il tap in vincente per lì1-0. Da lì in poi gioca e triangola con Immobile trivandosi a meraviglia. C’è di nuovo il suo zampino nella vittoria della Lazio. Dal 58′ ADEKANYE 6.5 – La corsa è il suo punto di forzae mette in difficoltà Chabot che è costretto a stenderlo mentre si involava in porta. In netta crecsita.

IMMOBILE 8.5 – Una progressione a testa bassa che ha ricordato Beppe Signori in Lazio Inter, porta al gol di Caicedo. Poi è fredissimo a siglare i due calci di rigore che lo fanno salire a quota 23 reti in campionato. Un trascinatore, un leader, una sicurezza per tutta la squadra.

ALL. INZAGHI 9 – Record su record. Undicesima vittoria consecutiva, un messaggio forte e chiaro a Juventus e Inter. Ha tenuto alta la concentrazione dei suoi ragazzi per tutti i 90 minuti, nonostante il risultato di netto vantaggio. Giuste le scelte iniziali, giustissimi i cambi per preservare i diffidati. Bravo e intelligente, il nostro mister ora è chiamato ad un altro doppio esame: Napoli in Coppa Italia e stracittadina domenica. E’ il momento della verità.

Dall’inviato allo Stadio Olimpico, Marco Corsini


Continua a leggere
Pubblicità

Articolo copertina

PAGELLE ATALANTA LAZIO 3-2 Hoedt da horror, Muriqi gran gol

Pubblicato

il

Hoedt visite mediche Roma

Quarto di finale di Coppa Italia. Pagelle Atalanta Lazio 3-2, biancocelesti eliminati

Pagelle Atalanta Lazio

REINA 7.5 – Para il rigore al 65′ a Zapata, è l’ultimo ad abdicare e anche sul primo gol aveva precedentemente fatto il miracolo sul primo tiro. Alza la saracinesca più volte, ma viene tradito dai suoi difensori. Pepe, un gran portiere.

PATRIC 4.5 – Una prestazione irritante durata fortunatamente solo 45 minuti. In un minuto riesce a sbagliare un passaggio e per recuperare commette un fallo killer che gli costa l’ammonizione. Black out e momenti di follia incomprensibili. Dal 45′ PAROLO 6 – Con lui in campo sarebbe stato molto meglio.

HOEDT 3 – PrestazIone da horror con errori eclatanti non degni di un professionista di un top club. Oggi non è praticamente mai sceso in campo. Sbaglia sul 2-2 atalantino facendosi saltare come un birillo da Muriel. Si fa anticipare al limite dell’area dando il via al 3-2 avversario. Procura il rigore con un fallo evitabilissimo su Zapata che, fortunatamente, spara in bocca a Reina dagli 11 metri. Serata da incubo per l’olandese. Dal 70′ IMMOBILE 6 – Gioca più da rifinitore mettendo spioventi in mezzo per Muriqi.

ACERBI 7 – Un gol al 34′ da attaccante vero. Anticipo e discesa in attacco, dribbling ad eludere il difensore e gol di destro. Fantastico. Suo anche l’assist per il gol di Muriqi. In difesa è l’unico a non “ballare”. All’88 sfiora il 3-3 con un colpo di testa ma Gollini gli dice di no.

MARUSIC 6 – Partita ordinata per il montenegrino che giocando alto non concede spazi alle ali atalantine.

AKPA AKPRO 6.5 – Il migliore a centrocampo in casa Lazio. Gioca a tutto campo facendo pressing, legna e inserendosi negli spazi offensivi. Peccato non abbia avuto sostegno dai suoi compagni di reparto.

ESCALANTE 6 – Partita difficile per il mediano che deve far fronte alla fisicità e alla velocità degli avversari. Con la difesa in netta difficoltà, avrebbe dovuto essere più di aiuto al pacchetto arretrato. Dal 62′ CORREA 5 – Non riesce ad entrare in partita, troppo mollo e poco concentrato. Lontanissimo dalla miglior condizione.

MILINKOVIC 5 – Questa sera non ha preso per mano la squadra come fatto in campionato contro il Sassuolo. E’ mancato nei fraseggi e, soprattutto, negli inserimenti. Opaco.

FARES 5 – Neanche in questa occasione è riuscito ad ingranare e a dimostrare il suo valore. Ammonito, lascia il campo all’intervallo. Dal 45′ LAZZARI 6 – Ha il merito di far espellere Palomino al 53′. Peccato che la superiorità numerica non ha giovato alla squadra.

PEREIRA 5.5 – Ci si apsettava molto di più dal brasiliano. Dopo la vivace prova contro il Parma, questa sera il fantasista non è ha trovato i tempi giusti e le verticalizzazioni per i compagni. Occasione sprecata. Dall’80’ LULIC s.v.

MURIQI 6.5 – Un gran bel gol per il kosovaro. Uno stacco imperioso al 17esimo degno del miglior Bobo Vieri. Bella prestazione, anche se è stato servito poco dai compagni. Molto mobile sul fronte d’attacco dimostrando di non essere solo una riete d’area di rigore. Bravo.

ALL. INZAGHI 5.5 – Giusto turnover per questo match. Tradito da Hoedt che ne ha combinate di tutti i colori e dal solito black out nonostante la superiorità numerica. Giusti i cambi ma questa volta non sono serviti. Occasione gettata al vento, ma bisogna lavorare molto sulla mentalità e dare una registrata alla difesa.

Marco Corsini

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Novcom Agenzia

Articoli più letti