Seguici sui Social

Focus

LA NOSTRA STORIA Etrit Berisha

Pubblicato

in

Erit Berisha con la maglia della Lazio


Il 10 marzo 1989 nasce a Pristina, capitale del Kosovo, Etrit Berisha. Attuale portiere dell’Atalanta e della nazionale albanese.

Etrit Berisha inizia la carriera nella squadra locale kosovara del 2 Korriku. A gennaio del 2008 si trasferisce in Svezia al Kalmar, dove gioca nella squadra Under 19. Debutta nel Kalmar il 28 aprile 2010. Il 12 luglio 2012 realizza il rigore del 4-0 finale contro il Cliftonville in Europa League. Ad agosto mette a segno il suo primo rigore in campionato. Il giugno precedente il Chievo annuncia di aver raggiunto un accordo per tesserarlo una volta scaduto il contratto con il Kalmar. Il portiere sigla un contratto triennale. All’indomani dell’annuncio l’agente definisce il tesseramento non valido perché il suo assistito non parla né italiano né inglese. Quindi a suo dire i rappresentanti del Chievo lo avrebbero manipolato.

Pubblicità

Per l’agente l’operazione contravviene al regolamento FIFA ed a quello della Federazione svedese a cui chiede di considerare il trasferimento non valido. Lo stesso Berisha afferma che il club clivense doveva accordarsi anche con il Kalmar, cosa mai avvenuta. Il giorno dopo le dichiarazioni false dell’agente e del giocatore albanese il Chievo deposita il contratto presso la Lega Serie A. Il 3 settembre i legali del club italiano mandano una diffida alla FIFA. A settembre 2013 il Kalmar ufficializza il trasferimento alla Lazio per una cifra vicino ai 400.000 euro. Durante la seconda stagione in biancoceleste la FIFA archivia il caso che lo riguardava poiché ai tempi il Chievo trattò solo con lui senza ascoltare il Kalmar.

L’intesa raggiunta il 28 giugno 2013, due giorni prima dell’apertura ufficiale del mercato svedese. Inoltre il contratto steso solo in inglese e non, come prevede il regolamento, anche in albanese. A marzo 2015 la FIGC squalifica l’albanese per 10 giorni oltre all’ammenda di 15.000 €. Il 31 agosto 2016 viene ceduto, a titolo temporaneo con diritto di riscatto, all’Atalanta. A giugno 2017 la società bergamasca esercita il diritto di opzione per l’acquisto del portiere per 5,5 milioni di euro. Il 6 luglio 2019 si trasferisce in prestito con obbligo di riscatto al verificarsi di determinate condizioni alla Spal. Riceve la prima convocazione in Nazionale su chiamata di Gianni De Biasi nel maggio 2012 per disputare due amichevoli contro Qatar e Iran. A ottobre 2015 conquista la prima storica qualificazione a un campionato europeo. A maggio 2016 viene convocato per gli Europei in Francia.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

Continua a leggere
Pubblicità