Seguici sui Social

Focus

LA NOSTRA STORIA L’ex centrocampista Luigi Di Biagio

Pubblicato

in

Luigi Di Biagio tecnico dell'Italia under 21


LA NOSTRA STORIA Luigi Di Biagio nasce a Roma il 3 giugno 1971. Cresce nelle giovanili della Lazio. Disputa una stagione in maglia biancoceleste nel 1988/89 la Lazio per poi passare al Monza, da cui torna in prestito temporaneo per disputare il Torneo di Viareggio nel 1990.

Quindi Luigi Di Biagio torna a Monza e vi resta tre anni. Si trasferisce quindi a Foggia dove resta per altre tre stagioni. Dal 1995 al 1999 gioca nella Roma. Quindi quattro anni all’Inter. Nel 2003 passa al Brescia, dove gioca tre stagioni prima di rescindere il contratto. Nell’ottobre 2006 è ingaggiato dall’Ascoli. Al termine del campionato si ritira dal calcio giocato. Convocato per il Mondiale 1998 in Francia, per l’Europeo 2000 e il Mondiale del 2002.

Smesso di giocare dall’1 gennaio 2008 firma un contratto con la Polisportiva La Storta come allenatore dei Giovanissimi Regionali. Dall’1 agosto firma un contratto con la Cisco Roma come tecnico degli Allievi. Nel 2011 è nominato selezionatore della nazionale italiana Under-20. A luglio 2013 diventa allenatore della nazionale Under-21. Nel 2018 assume a interim l’incarico di CT della Nazionale maggiore per le amichevoli con Argentina e Inghilterra. A maggio, dopo la nomina di Roberto Mancini a CT della Nazionale, torna a guidare l’Under-21. Nel febbraio del 2020 viene nominato nuovo tecnico della SPAL, in Serie A.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

Focus

LA NOSTRA STORIA – Gabriele Sandri: “Meravigliosa Creatura”

Pubblicato

in

Gabriele Sandri detto Gabbo tifoso laziale assassinato


Oggi, 23 settembre, ricorre la nascita di Gabriele Sandri. Il ventiseienne tifoso della Lazio scomparso prematuramente per mano di Luigi Spaccarotella.

Agente della Polizia stradale che l’11 novembre del 2007 nell’area di servizio di Badia al Pino esplose dei colpi di pistola verso un’auto di tifosi biancocelesti. Gabriele Sandri si stava recando, in compagnia di amici, a Milano per assistere a Inter-Lazio. Gabbo, questo il suo soprannome, è rimasto nel cuore di tutti i sostenitori biancocelesti. Fratelli di stadio che lo ricordano sempre con immenso affetto e commozione.

SEGUICI ANCHE SU GOOGLE EDICOLA, TWITTER E FACEBOOK

LACRONACADIROMA.IT – SEGUI ANCHE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Continua a leggere

Articoli più letti