Seguici sui Social

News

CALCIOMERCATO LAZIO Kumbulla in cima alla lista ma non è l’unico: ecco tutti i nomi

Pubblicato

il

Calciomercato Lazio Kumbulla
PUBBLICITA

CALCIOMERCATO LAZIO Kumbulla è in cima alla lista, l’altro difensore è Izzo ma la pista per lui risulta più complicata

CALCIOMERCATO LAZIO Kumbulla – Il nome del difensore albanese è tornato di moda negli ultimi giorni dopo che l’Inter, ha mollato la presa visto l’acquisto dell’ex giallorosso Kolarov. Ora il classe 2000 non ha molte alternative sul mercato perciò la Lazio, ne potrebbe approfittare andando dal Verona offrendole un prezzo più basso di qualche mese fa. Per i gialloblu il calciatore continua a valore 30 milioni, mentre per la Lazio ora la parte fissa è fissata sui 18 milioni più il cartellino di Andrè Anderson. Questa è l’offerta che Lotito ha presentato a Setti e non ha intenzione di salire, in caso di non riuscita, si cambierà obbiettivo.

TUTTI I NOMI PER LA DIFESA

Se Kumbulla è tornato di moda c’è invece un nuovo difensore che è entrato nei pensieri del Ds Tare, si tratta del turco Ozan Kabak dello Shalke 04, il suo cartellino si aggira intorno ai 20 milioni e sta incuriosendo i dirigenti biancocelesti. Alcuni media, dicono addirittura che sarà lui alla fine a diventare il nuovo difensore della retroguardia biancoceleste. Altro nome esperto e che potrebbe fare al caso della Lazio è Armando Izzo del Torino, per lui le cose però, sono più complicate, infatti Cairo non lo lascerà partire a cuor leggerò. Infine, sondaggio anche per i due difensori della Bundesliga Gouweleeuw dell’Augsburg e Rekik che ha il contratto in scadenza.

MATRI TORNA ALLA LAZIO


Pubblicità

News

FIORENTINA LAZIO INZAGHI: “Champions? Il calcio è imprevedibile…”

Pubblicato

il


Fiorentina Lazio Inzaghi deluso per il risultato di questa gara che complica tantissimo la corsa Champions della squadra.

Inzaghi ai microfoni di Dazn: “Partita dura, lo sapevamo. C’è delusione per il primo tempo: l’occasione sprecata da Correa e il loro gol sul quale dovevamo difendere meglio. Non dovevamo assolutamente andare in svantaggio. È mancata velocità nel giro palla, loro hanno difeso bene. Champions? In queste ultime quattro gare ce la metteremo tutta, il calcio è bello perché è imprevedibile. Milinkovic si è rotto il setto nasale. Il secondo tempo non è più stata una partita di calcio, tra cambi e infortuni, abbiamo giocato venti minuti.  Andiamo avanti a testa alta, saremo nelle coppe europee anche l’anno prossimo, ma ci rimane l’amaro in bocca per il primo tempo”.

Continua a leggere

Articoli più letti