Seguici sui Social

News

LAZIO UDINESE Giannichedda: “Sarà una partita difficile”

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Giuliano Giannichedda con la maglia della Lazio
PUBBLICITA

L’ex Lazio Giuliano Giannichedda ha parlato del match di domani contro l’Udinese e dedicato qualche parola alla squadra di Inzaghi.

Intervistato sulle pagine del match program pubblicato dalla Lazio, Giuliano Giannichedda ha presentato la sfida contro l’Udinese e parlato della squadra di Inzaghi. “Sarà una partita difficile per entrambe”, ha riferito, “la Lazio sta bene di testa, la vittoria contro lo Zenit è stata fondamentale”, d’altra parte anche “l’Udinese ha vinto una gara importante contro il Genoa, è una squadra con qualità notevoli, soprattutto a centrocampo”. Sulla squadra di Inzaghi ha detto, nonostante le difficoltà affrontate dai biancocelesti: “La qualità più grande della Lazio è quella di non mollare mai, come si è visto anche l’anno scorso. Le rimonte danno sempre morale”. E ancora: “La Lazio dopo il lockdown ha patito l’assenza di Leiva, un equilibratore molto intelligente. Capisce sempre dove andare, grazie a lui la Lazio può permettersi due mezzali offensive come Milinkovic e Luis Alberto”. Belle parole su Luis Alberto: “Luis Alberto è la spina dorsale della Lazio, insieme ad Acerbi, Leiva ed Immobile. Fino ad un anno fa era discontinuo, arretrando il raggio d’azione è diventato ancora più decisivo, mixando corsa e qualità”. Giannichedda ha infine parlato del suo passato con la maglia dell’Udinese e con quella biancoceleste, dicendo che “nella Lazio mi sono consolidato” e “sono stati anni bellissimi. Avevamo un gruppo unito, ci sentiamo ancora oggi”.


News

Lulic chiama Inzaghi: “I big qualche partita potrebbero saltarla…”

Pubblicato

il

Lazio Lulic

Non è piaciuta a nessuno la partita di ieri contro il Bologna. Arriva il mea culpa anche di un senatore biancoceleste: Lulic chiama Inzaghi e invoca cambi di formazione per far rifiatare i giocatori.

Lulic a Sky Sport: “Sicuramente è mancata la reazione anche perché i rigori si possono sbagliare. Oggi siamo andati in difficoltà davanti alla porta e non siamo riusciti a fare gol. Non so se abbiamo digerito la sconfitta con il Bayern ma questa era un’altra partita e se vogliamo rigiocare in Champions il prossimo anno queste cose non devono succedere. Abbiamo preso gol da una rimessa laterale e non può succedere, ma comunque ci sono tante partite ancora in cui possiamo dimostrare che non siamo quelli di stasera. Dopo due sconfitte in pochi giorni qualche domanda dobbiamo farcela, analizzando cosa abbiamo sbagliato per non ripetere questi errori. Il rapporto tra noi è ottimo, anche con i nuovi arrivati. Pereira è un giocatore forte che ha bisogno di tempo, quest’anno non ha giocato molto e mi auguro che riesca a darci una mano perché è bravo. I nuovi se hanno l’occasione danno tutto quando scendono in campo, ma è difficile giocare quando davanti a te hai Milinkovic o Luis Alberto. Penso comunque che ogni tanto anche a loro saltare una partita farebbe bene”.

Continua a leggere