Seguici sui Social

Articolo copertina

Lotito risponde ad Arcuri: “Una battuta davvero infelice”

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Lotito
PUBBLICITA

Stanno creando non poche polemiche le parole del Commissario straordinario Arcuri circa il derby della Capitale (che vi abbiamo riportato qui). Lotito risponde ad Arcuri per le rime.

Il presidente della Lazio alla vigilia della stracittadina ha risposto direttamente al Commissario Arcuri: troppo scomposte le sue dichiarazioni soprattutto per il ruolo ricoperto e per ilo momento storico che sta vivendo il nostro Paese. Lotito ha dichiarato all’Adnkronos: “Prendiamo atto che al commissario Arcuri non manca occasione per professare la sua fede calcistica. Quella di oggi è però una battuta davvero infelice in un contesto totalmente sbagliato. Credo che il commissario straordinario abbia altre priorità per migliorare l’umore degli italiani che meritano tutti, indipendentemente dalla fede calcistica, rispetto e considerazione”.


Articolo copertina

LAZIO TORINO I tamponi granata negativi non scacciano il rischio rinvio

Pubblicato

il

LAZIO TORINO I tamponi granata negativi non scacciano il rischio rinvio: le ultime.

Lazio Torino, i tamponi granata negativi non scacciano il rischio rinvio. I test sono stati svolti ieri pomeriggio e gli ultimi risultati sono arrivati questa mattina. Un tocco di sereno sul cielo dei piemontesi, dopo quasi una settimana di nubi positive. Per il ritorno alla normalità occorrerà però atttendere il giro di domani. Il bilancio attuale parla di 10 positivi, 8 nella squadra e 2 nello staff. Un numero che sale a quota 16, contando anche i familiari dei contagiati. A preoccupare la Asl è soprattutto il fatto che l’intero gruppo sia positivo alla variante inglese del Covid. Per il momento gli allenamenti in casa granata sono consentiti solo in forma individuale: in caso di tutte negatività anche nei tamponi di domani, si tornerà a lavorare anche in gruppo. La trasferta di martedì contro la Lazio resta dunque a rischio: a tal proposito, l’ultima parola spetterà all’Asl locale, al momento ancora piuttosto perplessa. Da chiarire soprattutto come sarà effettuato il viaggio: il rischio è che possa contribuire a diffondere l’infezione anche tra persone esterne al gruppo squadra.

Continua a leggere