Seguici sui Social

News

PUBBLICITA

LA NOSTRA STORIA – Fabio “Speedy” Liverani compie gli anni

Avatar

Pubblicato

il

Fabio Liverani ex centrocampista della Lazio

Il 29 aprile 1976 nasce a Roma Fabio Liverani. Inizia a tirare i primi calci al pallone nell’oratorio di Santa Maria Ausiliatrice al Tuscolano.

GLI INIZI DELLA CARRIERA

Entra a far parte delle giovanili della Lodigiani, poi in quelle di Palermo, Napoli e Cagliari. Centrocampista dotato di una ottima visione di gioco. Non molto veloce nella corsa ma rapido a far muovere la squadra e il pallone. La sua carriera professionistica inizia con la Nocerina nel 1996. Dalla stagione 1996/97 gioca con la Viterbese. Nella stagione 2000-01 passa al Perugia, dove fa il suo esordio in Serie A.

LA LAZIO

Nel campionato 2001/02 è acquistato dalla Lazio per 25 miliardi di lire più la compartecipazione di Berrettoni. Firma un contratto di cinque anni con un ingaggio da circa 2 miliardi di lire a stagione. Durante la sua permanenza riesce a vincere la Coppa Italia nella stagione 2003/04. Diventato il capitano della squadra, a causa di incomprensioni con la società decide di non rinnovare il contratto in scadenza e lascia Roma. Nel 2006 passa alla Fiorentina a parametro zero. Con i viola gioca due stagioni raggiungendo la semifinale di Coppa UEFA e un quarto posto che vale la qualificazione alla Champions League. Dalla stagione 2008/09 si trasferisce al Palermo. Ad agosto 2011 passa al Lugano ma la sua esperienza in Svizzera termina nel mese di novembre quando lascia la squadra senza aver collezionato presenze.

LA NAZIONALE

Liverani ha esordito con la Nazionale nel 2001 sotto la direzione del CT Giovanni Trapattoni. Di madre somala, è stato il primo giocatore di colore (o perlomeno il primo giocatore di chiare origini africane, se si considerano di colore alcuni oriundi sudamericani come Miguel Montuori) a indossare la maglia della Nazionale maggiore.

LA CARRIERA DA ALLENATORE

Appesi gli scarpini al chiodo nel novembre del 2011 diventa allenatore degli Allievi Regionali B del Genoa. Nel 2013 viene promosso allenatore della prima squadra ma alla fine di settembre dello stesso anno viene esonerato. Nel 2014 viene chiamato alla guida del Leyton Orient, squadra della League One inglese, ma nella stagione successiva dopo la retrocessione della squadra in Football League Two, lascia il club inglese. Dopo quasi due anni di inattività passa alla guida della Ternana, in crisi, conducendo la squadra alla salvezza. Al termine della stagione non viene però confermato dalla nuova proprietà. A settembre 2017 passa alla guida del Lecce, in serie C. Firma un contratto biennale e conduce i pugliesi alla vittoria del campionato ottenendo la promozione in serie B con un turno di anticipo.

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

DIVENTA NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

LASCIA UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK


News

Kolarov multato : il brutto gesto rivolto ai suoi ex tifosi

Kolarov multato, l’ex del match rivolge un brutto gesto ai suoi ex tifosi

Avatar

Pubblicato

il

621415 22028587 2560 1440
<

Kolarov multato, l’ex del match rivolge un brutto gesto ai suoi ex tifosi

Kolarov multato, questa la decisione del giudice sportivo che ha deciso di punire il serbo dell’Inter, ex giocatore della Lazio dopo un brutto gesto volgare diretto ai suoi ex tifosi. Per lui un ammenda di 10.000 euro.

Aleksandar Kolarov terzino serbo

TAMPONI LAZIO : LA SENTENZA

Continua a leggere

News

Tamponi, la sentenza punisce la Lazio: Lotito condannato

Nella giornata odierna si è tenuto il processo bis relativo al caso tamponi. Condannati il patron Lotito e il medico Pulcini

Avatar

Pubblicato

il

Lotito
<

La Corte Federale d’Appello ha espresso il proprio verdetto in relazione alla vicenda Lazio Tamponi. Il patron biancoceleste Claudio Lotito, nel primo grado di giudizio, era stato condannato a 7 mesi di inibizione poi saliti A 12 nel primo processo in appello. Il presidente, nella giornata odierna, è stato invece condannato a 2 mesi di inibizione e al pagamento di una multa di 50.000 euro. Lotito potrà pertanto mantenere la posizione di consigliere federale, a rischio nel caso in cui la condanna avesse superato i 10 mesi. Cinque mesi di inibizione, inoltre, per i medici Ivo Pulcini e Fabio Rodia.

Continua a leggere

News

LAZIO INTER Ventola: “Nerazzurri superiori”. Ma Adani e Cassano dissentono

Lazio Inter Ventola, è scontro con Adani e Cassano sull’analisi della partita

Avatar

Pubblicato

il

lazio inter ventola
<

LAZIO INTER Ventola esalta la prova degli uomini di Inzaghi nel match di sabato. Ma Adani e Cassano non sono per nulla d’accordo.

LAZIO INTER Ventola ha analizzato l’andamento dei 90′ all’Olimpico ai microfoni della Bobo Tv. A suo parere, i nerazzurri sono stati in controllo del gioco “per 60 minuti“. Addirittura arriva a definirli “nettamente superiori alla Lazio“. Poi è arrivato il gol di Felipe Anderson ed è stato decisivo: “Ha fatto perdere la testa ai giocatori“, sottolinea l’ex attaccante. Che poi aggiunge come per lui, anche dopo il pareggio di Immobile, i ragazzi di Inzaghi avessero la possibilità di riportarsi in vantaggio. Mentre la Lazio, osserva, si affidava ad un unico schema: le ripartenze, con al centro “le folate di Felipe Anderson“. Il gol del brasiliano ha fatto la differenza, ma anche qualche lacuna dei nerazzurri: “Gli è mancato qualcosa in attacco. Perisic? Si è ben comportato, ma quello non è il suo ruolo“.

LA REPLICA DI ADANI E CASSANO

Alle parole di Ventola rispondono gli altri due opinioni presenti. Con toni tutt’altro che concordi su quanto affermato. In particolare, l’ex talento di Bari Vecchia, non senza un po’ di sorpresa, afferma di aver visto un’altra partita rispetto al collega.

HANDANOVIC PROVOCA SARRI

Continua a leggere

Articoli più letti