Ultime Notizie

La Lazio chiede risarcimento danni alla Gazzetta dello Sport

Pubblicato

il

Notizie . Il legale biancoceleste è tornato a commentare il capitolo tamponi. Sotto accusa in particolare le illazioni che sono state fatte verso la squadra, colpevole a detta di molti di una possibile “epidemia colposa”. Gentile respinge decisamente queste accuse, e anzi chiede i danni a chi ha tentato di screditare la Lazio. “Nessun giocatore sospetto positivo è mai entrato in campo, mai. Il rischio di epidemia colposa che qualcuno aveva paventato è un’ invenzione divulgata a nostro avviso volutamente per danneggiare l’immagine della Lazio. Abbiamo reagito sul piano giudiziario nei confronti della Gazzetta dello Sport e del direttore, abbiamo raccolto tutti gli articoli per un’azione di responsabilità per ottenere un risarcimento del danno. Quando questa situazione sarà meglio definita faremo i perché la più grande sostenitrice della “catastrofe” della Lazio è stata la Gazzetta e se avrà sbagliato dovrà pagare”.

Il punto sulla situazione

Secondo la sua tesi la squadra si è attenuta a quelli che sono i protocolli e le norme in vigore. “Per il il punto determinante che ha provocato la sanzione ai e alla Lazio è di carattere giuridico. Cioè comprendere qual è la disciplina che regola gli accertamenti dei tamponi: noi abbiamo sempre sostenuto che fosse compito della sanità pubblica, il tribunale ha detto che questo è vero ma che il compito è anche della società e del singolo soggetto positivo. Può essere una motivazione di carattere civico ma che non si può trarre dalle norme e FIGC, secondo le quali la raccolta dei dati relativi al numero di tamponi effettuati e dei riscontrati è un servizio pubblico, svolto tramite collaborazione diretta tra il laboratorio che effettua e la ASL”. E sul caso specifico che ha riguardato ha aggiunto: “Nel caso di Immobile, abbiamo avuto nello stesso giorno un tampone positivo o un tampone negativo, il primo fatto col sistema rapido dalla Synlab, il secondo dal laboratorio di Avellino. Nei giorni successivi tamponi e sierologico erano negativi e quindi Immobile è andato a giocare. La Lazio ha fatto ciò che doveva fare secondo il protocollo e le norme in vigore”. Queste le parole dell’avv. Gentile ai microfoni di Radio Incontro Olympia.

Articoli più letti

Copyright ©2015-2021 | TESTATA GIORNALISTICA NAZIONALE Reg. N°152/2015 - ROMA
Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.