Seguici sui Social

Focus

PUBBLICITA

LA NOSTRA STORIA Franco Nanni

Avatar

Pubblicato

il

Rubrica la nostra storia di Laziochannel

LA NOSTRA STORIA Franco Nanni nasce a Pisa l’11 maggio 1948. È il sesto di sette figli assieme alla sorella gemella Paola. Inizia a giocare a pallone a Calambrone in un collegio di preti dove studia. Ed è proprio un sacerdote appassionato di calcio, don Gasperini, che vedendolo giocare lo porta nella squadra della parrocchia, la Stella Azzurra, come attaccante. Poco tempo dopo Nanni viene notato dagli osservatori del Pisa e a sedici anni, nel 1964, viene acquistato dalla Juventus. Dopo quattro anni in bianconero ed aver vinto un campionato Allievi a venti anni viene ceduto al Trapani in serie C in comproprietà. Nel luglio del 1969 passa alla Lazio su richiesta del tecnico Lorenzo. La società biancoceleste acquista la quota di comproprietà dal Trapani (quindici milioni circa) e lo lascia in Sicilia fino a novembre del 1969. L’anno successivo viene risolta anche la parte di comproprietà della Juventus per altri quindici milioni. La sua prima annata da protagonista coincide con l’arrivo di Maestrelli nella stagione 1971/72. Il suo nome è spesso accostato a quello della Nazionale ma la maglia azzurra resterà un rimpianto. L’ anno dopo lo Scudetto, nel 1975, dopo sei stagioni lascia la Lazio. Si trasferisce al Bologna dove gioca per quattro anni. Dopo l’esperienza emiliana nel 1978 passa per sei mesi al Brescia. Chiude la sua carriera da calciatore dopo quattro anni nella Nuova Viterbese in serie D. Terminato di giocare prende il patentino di allenatore di seconda categoria e allena in successione il Grosseto, la squadra della Guardia di Finanza, il Tor di Quinto e l’Olimpica. Nel 1985 con Chinaglia Presidente entra a far parte dello staff di tecnici nel settore giovanile della Lazio. Guida anche la Lazio femminile. Instaurare con la società un rapporto di collaborazione come osservatore per ben dodici anni. Dopo aver allenato i ragazzi della Federazione dell’Acqua Acetosa e, una volta a settimana, una rappresentativa di giornalisti guida il Nuova Milvia, squadra del quartiere Tor di Quinto, e poi il Ponte di Nona. Nel 2014 fonda l’A.S.D. Accademia Calcio Franco Nanni a Tor di Quinto, di cui allena la squadra Allievi.

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

DIVENTA NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

LASCIA UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK


Focus

LAZIO Il quarto posto è lì: dalla classifica un sorriso nel buio

LAZIO Il quarto posto è lì: guardando alla classifica, la situazione dei biancocelesti non è così catastrofica come sembra.

Avatar

Pubblicato

il

lazio il quarto posto e li
<

LAZIO Il quarto posto è lì: guardando alla classifica, la situazione dei biancocelesti non è così catastrofica come sembra.

LAZIO Il quarto posto è lì. Se Atene piange, Sparta non ride, come si suol dire. Se la Lazio a Verona incassa la terza sconfitta del suo campionato, davanti non si comportano certo come Usain Bolt. La classifica, almeno sul fronte della zona Europa, è di fatto cortissima, con ben sei squadre nell’arco di soli 4 punti. A tenere in bilico la situazione – e vive le speranze della banda Sarri – i posticipi domenicali, Napoli-Roma e Inter-Juventus. Due pareggi ricchi di emozioni, ma che non smuovono più di tanto il cammino delle contendenti. A guidare questo nutrito gruppo con vista sulla Champions sono i nerazzurri, terzi a quota 18. A seguire i giallorossi, staccati di 2 lunghezze. E tallonati, solo un punto più sotto, da un trio che comprende, oltre ai bianconeri, l’Atalanta e la Fiorentina. A chiudere la Lazio, in ottava piazza con 14 sigilli.

Nulla è perduto quindi per i biancocelesti. Che già tra quarantotto ore avranno una ghiotta occasione per risalire la china. La sfida diretta ai viola di Italiano, in programma mercoledì sera all’Olimpico. Un’opportunità da non fallire per nessuna ragione: perchè l’effetto lumachina, ne siamo certi, non durerà in eterno. Per non vedere sfumati prima del tempo gli obiettivi, c’è quindi una sola cosa da fare: ritirare fuori le ali e riprendere il volo, per possibilmente non interromperlo più. A tale scopo, tutte le speranze del popolo biancoceleste nel ritiro: servirà a dare contezza a Sarri di alcune scelte a dir poco cervellotiche, ma soprattutto a restituire ai giocatori quella spensieratezza che ne ha fatto la fortuna negli ultimi tempi? Qualche ora di attesa e lo scopriremo.

Continua a leggere

Focus

Sarri masochista ? Giusto continuare a lasciare fuori Luis Alberto e Lazzari

Sarri masochista ? Le sue scelte fanno crollare ancora la Lazio, giusto tenere fuori le 2 stelle ?

Avatar

Pubblicato

il

<

Sarri masochista ? Le sue scelte fanno crollare ancora la Lazio, giusto tenere fuori le 2 stelle ?

Sarri masochista ? Sarri egoista ? Le scelte del allenatore toscano continuano a far crollare la Lazio. Dopo la grande prova contro l’Inter, a Verona va in scena una tragedia shakesperiana. 1-4 pesante causato anche dall’esclusione di due delle stelle del club, Luis Alberto e Lazzari. Secondo il mister, lo spagnolo non può coesistere con Milinkovic, dati alla mano con Inzaghi allenatore però i 2 rendevano al massimo completandosi a vicenda. Il problema sorge però dalla differenza di moduli, il 4-3-3 del toscano non è adatto alle caratteristiche del Mago, non utile alla fase difensiva. Se con Luis Alberto la questione può essere il modulo, quella di Lazzari è un mistero. L’esterno dotato di grande velocità ha spesso ricoperto il ruolo di terzino facendosi trovare sempre pronto, come nelle gare contro Roma e Bayern della scorsa stagione. Anche qui Sarri, gli preferisce Marusic. Il vero problema della Lazio, sono le scelte di Sarri ?

sarri carica la lazio

CHI E’ ROMANO FLORIANI MUSSOLINI ?

Continua a leggere

Primo Piano

Chi è Romano Floriani Mussolini, il giovane dal cognome difficile convocato per Verona Lazio

Romano Floriani Mussolini, chi è il giovane convocato per Verona Lazio

Avatar

Pubblicato

il

6276436 1905 romano floriani mussolini lazio convocazione sarri
<

Romano Floriani Mussolini, chi è il giovane convocato per Verona Lazio

Romano Floriani Mussolini, il giovane talento della Lazio dal cognome difficile. Nasce a Roma il 27 Gennaio 2003 e passa dalle giovanili della Roma a quelle della Lazio, nel mezzo una esperienza in prestito alla Vigor Perconti. Floriani è un giocatore molto duttile e nella primavera del club ha ricoperto 3 ruoli : terzino destro, difensore centrale e centrocampista destro. Alto 1 metro e 88 cm è legato alla Lazio fino al 2024. Porta dietro le spalle un cognome difficile, ma che non lo lega alla storia passata. Figlio dell’ex parlamentare europea Alessandra Mussolini e Mauro Floriani è pronto al debutto con i grandi.

floriani mussolini

MALAGO’ CONTRO BERNABE’

Continua a leggere

Articoli più letti