Marsiglia Lazio, attacco dal governo francese: “Biancocelesti violenti e fascisti”

In vista di Marsiglia Lazio vietata la trasferta ai tifosi biancocelesti, etichettati dal Governo francese come violenti e autori di cori fascisti

Parole forti, quelle utilizzate dal governo francese per giustificare il divieto di trasferta per i tifosi capitolini in vista di Marsiglia Lazio, match valido per la quarta giornata di Europa League. I supporters biancocelesti sono stati definiti violenti e atti a cori fascisti e saluti nazisti. Dura la replica del club che ha definito inaccettabili e gratuite le offese del governo transalpino: “La Lazio si è sempre schierata in prima linea contro la violenza e la discriminazione promuovendo la tolleranza e i valori sani dello sport. Oltretutto la violenza negli stadi è un fenomeno diffuso e, in questo senso, basti pensare ai fatti accaduti di recente proprio a Marsiglia. La nota si conclude con la richiesta della società alla Francia di fare chiarezza in merito prendendo atto della replica della Lazio.

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS