Seguici sui Social

News

Anche il Chelsea su Yarmolenko

Pubblicato

in



E’ da diversi giorni che circolano voci insistenti su un interessamento del direttore sportivo biancoceleste, Igli , nei confronti dell’ucraino Andriy Yarmolenko, giocatore della Dinamo Kiev. Il forte esterno offensivo, che andrà in scadenza il prossimo 30 giugno 2016, per ora non ha rinnovato il contratto con la squadra ucraina e la ha già avuto qualche contatto con persone vicine al calciatore. A quanto pare però su Yarmolenko si sarebbe acceso l’interesse della squadra di Abramovich, il . A conferma di ciò, la presenza in tribuna del tecnico della squadra inglese, Mourinho, all’Olympiskyi di Kiev per l’incontro tra Ucraina e Spagna, gara valevole per le qualificazioni a Euro 2016.

 

Non solo Lazio

Diletta Leotta, la verità sul legame tra lei e Ibrahimovic

Pubblicato

in

Diletta Leotta Ibrahimovic


Ecco le dichiarazioni della giornalista sportiva sul suo presunto flirt con il giocatore del Milan

Parla chiaro la giornalista sportiva più amata dal pubblico maschile sulle voci che la volevano coinvolta sentimentalmente con l’attaccante del Milan. In un’intervista che uscirà domani sul noto settimanale Chi, che la vede protagonista anche in copertina, la Leotta chiarisce finalmente la situazione. “Stare con un uomo impegnato è una cosa inaccettabile per i miei principi, con tutta la scelta che c’è nel mondo devi avere la lucidità di non metterti in situazioni sbagliate”.

La situazione sentimentale di Diletta Leotta

Adesso sono single. Sono sempre stata fidanzata, dovevo trovare il coraggio di ritagliarmi uno spazio per conoscermi nel profondo e fare scelte importanti, per riuscire a stare da sola sul divano a vedere un film senza dover rendere conto a nessuno”. Diletta commenta anche la fine del suo rapporto con Daniele Scardina: “Non rinnego niente, fra di noi c’è stato un amore profondo”.

Le scelte professionali : il passaggio a Dazn

Nell’ultima parte dell’intervista rilasciata a Chi la conduttrice di Dazn ricorda gli inizi professionali nell’ambiente del giornalismo sportivo come un periodo non semplice. “All’inizio non è stato facile, una collega mi aveva anche detto ‘ti hanno presa solo per le tette’, ma non ho certo lasciato Sky per questa ragione… Ho scelto di andare a Dazn perché era una nuova sfida e perché sentivo che il mercato della tv satellitare stava cambiando”.

Continua a leggere

Articoli più letti