Seguici sui Social

News

STATISTICHE – Mai un pareggio, difesa fragile e attacco sterile. I numeri dopo 10 giornate

PUBBLICITA

Pubblicato

il

PUBBLICITA

La corsa della Lazio ai primi posti si è fermata a Bergamo. La sconfitta per 2-1 contro l’Atalanta ha allontanato i biancocelesti a 5 punti dalla vetta. Il dato che incuriosisce è la mancanza di pareggi. Infatti la casella segna ancora il numero zero, così come per la Fiorentina. Ecco i numeri della Lazio dopo 10 giornate:

PUNTI: 18 (-1 rispetto allo scorso anno)
VITTORIE: 6
PAREGGI: 0
SCONFITTE: 4
GOL SEGNATI: 15 (-5 rispetto allo scorso anno)
GOL SUBITI: 15 (+4 rispetto allo scorso anno)
MEDIA GOL SEGNATI: 1,5
MEDIA GOL SUBITI: 1,5

  Lazio Reina: "Qui ho raggiunto il mio massimo livello"

3 i gol realizzati da Biglia fino ad ora: un tiro dal limite, un calcio di rigore e una punizione
Primo autogoal stagionale per i biancocelesti. Autore lo sfortunato Basta.
14 i gol subiti in trasferta1 gol subito all’Olimpico
4 sconfitte esterne su 5 giocate
Ancora a secco gli attaccanti. Ultimo gol di una punta è stato quello di Djordjevic in Lazio – Frosinone 2-0


News

Gascoigne sulla Curva Nord: “La porterei con me all’Isola dei Famosi”

Pubblicato

il

Parole al miele di Paul Gascoigne sulla Curva Nord, alla vigilia della partecipazione dell’ex asso inglese all’Isola dei Famosi.

Così Gascoigne sulla Curva Nord: “La porterei con me sull’Isola, oltre a mio padre. Ho adorato quei tifosi. Quando guardo le partite della Lazio, penso sempre ai cori che mi dedicavano“. Una nuova esperienza per ‘Gazza’, dopo anni di buio: “Sono affondato e riemerso. Adesso vorrei mettermi il peggio alle spalle e trovare pace“. Poi, tornando sui tifosi biancocelesti: “Furono straordinari con me. A Roma ho trascorso tre anni e mezzo fantastici, nonostante l’infortunio. I ricordi più belli? Sicuramente il gol alla Roma nel derby. Ma anche quello al Pescara, dopo aver saltato quattro avversari“. Ricordi anche per gli ex compagni: in particolare Sclosa, Casiraghi e Signori, quelli con cui ha legato di più nella sua avventura capitolina. All’epoca sulla panchina biancoceleste c’era Dino Zoff: Gascoigne lo definisce una persona perbene, oltre che un mito del calcio. Infine, un pò a sorpresa, elogi per il ‘rivale’ sull’altra sponda del Tevere, Francesco Totti: “Un calciatore straordinario, che ha compiuto una grande impresa, un’intera carriera con una sola maglia“.

Continua a leggere