Seguici sui Social

News

Zucconi: “La Lazio ha un grande seguito in Canada”

Pubblicato

in



Nel corso della trasmissione 1900 tv in onda su Gold tv è intervenuto in collegamento dagli Usa il giornalista Vittorio Zucconi, da sempre appassionato di calcio: “Sono nato milanista ma le vicende societarie mi hanno fatto allontanare. Mihajlovic sta ripercorrendo la strada del suo precedessore, io lo chiamo Inzagovic. La squadra è messa male in campo, penso che rischi la panchina, se non dovesse vincere dovrebbe cambiare mestiere. In America il calcio italiano non è molto seguito, alla serie A vengono preferite Liga e Premier, campionati dove il gioco è più divertente e si fanno più reti. Tempo fa sono stato in Canada, a Toronto ci sono tanti tifosi biancocelesti, la squadra romana è molto seguita. Mi ritrovai in un club di sostenitori laziali che grazie ad un’antenna presa chissà dove assistevano a tutte le partite della . Tornando alla corsa scudetto mi auguro possa vincerlo il Napoli, mi sembra la squadra che pratichi il calcio migliore. Senza la Juventus ammazza campionato mi aspetto di assistere ad una stagione con squadre agguerrite che si daranno battaglia fino al termine”.

 

News

LAZIO Escalante – Conferenza di presentazione: “Voglio farmi valere”

Pubblicato

in

Lazio Escalante


Escalante – Questo pomeriggio, il classe ’93 argentino è stato presentato in conferenza stampa a Formello

LAZIO Escalante: “Mi fa piacere far parte di questo gruppo, per me è un sogno. Sono pronto per iniziare questa stagione. Mi piace giocare davanti alla difesa, questo mi rende felice. Sto cercando di fare le cose semplici in attesa di avere una chance. Domani esordiremo in campionato. Idoli? In Argentina si vede molto calcio, mi ricordo di Almeyda, Scaloni, Crespo, Veron. Stare qui è una grande soddisfazione, ora aspetto un’opportunità per giocare. Quando ho saputo che i biancocelesti mi volevano, ho detto al mio agente che volevo trasferirmi a Roma. Sono veramente felice della scelta fatta. Il calcio italiano è diverso rispetto alla Liga. Penso di essere cambiato rispetto all’esperienza di Catania, sono maturato e mi affido al mister. Sarà difficile superare la concorrenza di giocatori come Luis Alberto, Leiva e Milinkovic, ma mi allenerò al meglio per ritagliarmi il mio spazio”.

Continua a leggere

Articoli più letti