Seguici sui Social

English EN French FR German DE Italian IT Russian RU Spanish ES

Conferenza stampa

CONFERENZA – Pioli: “Vogliamo vincere, e basta! Che peccato non vedere certe coreografie….”

Pubblicato

in



Eccoci che, dopo una serie di alti e bassi da metà agosto ad oggi, siamo giunti al derby. A Roma si sa, è una partita che vale ben oltre i tre punti, che comunque mai come ora risultano fondamentali per entrambe le squadre. Domani ci si gioca la supremazia cittadina che, sulle sponde del Tevere, vale quasi come un trofeo. lo sa, ha imparato a conoscere Roma in tutte le sue sfaccettature anche quelle più contorte. Essere tornati a vincere in trasferta è passato (forse troppo) in secondo piano…ma che volete “Il derby è il derby”…..e allora via, si comincia.
Queste le parole del mister in .

Quanto conta questo derby?

“Conta tanto. Siamo arrivati a questo momento quando non siamo soddisfatto della classifica. Conta per classifica, e tanto altro.”

Ha spesso detto “per diventare grandi ci manca poco”. Siete pronti?

“Io credo di sì. Ci credo io e ci credono i miei giocatori. Sono obiettivo ed analizzo tutto, è troppo facile credere nella squadra quando vince, è più difficile ora. Ma io ho fiducia nei miei ragazzi, dobbiamo dimostrarlo domani. Ritrovare la vittoria ci ha fatto bene, i ragazzi hanno la giusta miscela di carica e serenità”.

Tagliavento come arbitro, cosa pensa?

“So che in passato ci sono state delle situazioni non favorevoli per la Lazio. Ma sono altrettanto convinto che sia uno dei migliori”.

Derby senza curve…?

“È un peccato perché ricordo l’anno scorso. Coreografie, soprattutto dei nostri tifosi, splendide. Non so come si possa risolvere, ma qualcosa va fatto. Credo sia più semplice di quanto si stia facendo pensare. Basta portare allo stadio solo i veri tifosi….”.

Ha scelto la formazione ? Qualcuno in campo giovedì lo ha convinto particolarmente?

“Sto facendo tutte le valutazioni, solo oggi ci alleneremo tutti insieme. Giovedì parecchi mi sono piaciuti, devo però capire quanto la partita sia ancora nelle gambe”.

È la partita più delicata della sua esperienza alla Lazio?

“In tutte le stagioni ci sono delle partite della svolta, questa può esserla”.

Grandi ali della Roma, Radu basso a sinistra?

“Sono sicuro che la Roma sia una squadra forte, ma credo che anche noi lo siamo. Loro vogliono vincere, ma noi non lo vogliamo meno”.

Florenzi, Maicon e De Rossi sono convocati, solo pretattica?

“Hanno investito tanto, ed hanno l’obbligo di vincere qualcosa questa stagione. Il loro monte ingaggi è molto più altro del nostro, ma mai come in un derby il risultato esula da ogni pronostico”.

Si può diventare grandi anche difendendosi e ripartendo?

“Certo. Sicuro noi abbiamo la nostra mentalità, ma consci delle forze e dei difetti avversari, si può far leva anche con quelle”.

La Roma gradisce chi la affronta a viso aperto…

“Ogni allenatore deve dettare la propria strategia alla squadra. Abbiamo certe caratteristiche che vogliamo sfruttare. Dobbiamo lavorare da squadra, e pressarli, che sia alti o bassi”.

I due derby dello scorso anno le hanno insegnato qualcosa ?

“Sicuramente ogni partita ti dà delle indicazioni. Non siamo riusciti a raccogliere quanto meritavamo. Riuscire a stare dentro alla partita per 95′ nei derby è fondamentale. Le partite si decidono sugli episodi, specialmente in partite come domani. Ogni pallone non “può essere” quello decisivo, lo è”.

Lo stadio semivuoto condizionerà le squadre?

“È un dispiacere e non farà bene a nessuno. Ma l’importanza della gara la si sente e la si percepisce ugualmente. Sarà una gara equilibrata da vivere per 95 minuti”.

Senza la sconfitta nel derby di ritorno, la Lazio sarebbe arrivata seconda. Ci pensa mai?

“Se mio nonno non avesse avuto…….. Non ci pensiamo. Abbiamo ottenuto ciò che abbiamo meritato. Pretendo il massimo come sempre, ma non mi guardo mai indietro. Con i se e con i ma non si va avanti”.

La Lazio avrebbe meritato il secondo posto?

“I risultati non mentono mai. Ora ci concentriamo sul presente e sul futuro”.

Dopo il Milan ha detto “penso già al derby non all’Europa League”. Perché?

“Nessuna paura di perdere il bandolo della matassa. Un allenatore maturo sa individuare i momenti giusti per dire determinate cose. Abbiamo preparato bene la partita di giovedì”.

A centrocampo vertice alto o basso a centrocampo?

“Giocheremo in 11, e dovremo farlo da squadra. Poi le posizioni contano poco…”

Chi secondo lei sarà l’uomo derby? Parolo?

“Tutti possono essere decisivi, l’importante è che sia dei nostri. Parolo sta bene, si è allenato in settimana, penso che possa essere disponibile”.

 

Stefano Gaudino

© Riproduzione riservata

Conferenza stampa

LAZIO SAMP Conferenza Ranieri: “Partita tremenda, Lazio sa cosa ottenere”

Pubblicato

in

Claudio Ranieri allenatore italiano


LAZIO SAMP Conferenza Ranieri. Il tecnico blucerchiato ha parlato dalla sala stampa del Ferraris di Genova a due giorni dalla sfida dello Stadio Olimpico in programma sabato alle 15.

LAZIO SAMP Conferenza Ranieri: “Il nostro spirito è sempre lo stesso, voglio la stessa determinazione al di là dei risultati. Sarà una partita tremenda perché la Lazio è in un momento in cui qualsiasi cosa tocca le riesce. Immobile segna da ogni posizione. È una squadra che sa cosa ottenere”.

COME ARRIVA LA SAMP

Daremo tutto al di là del risultato. La Lazio è una squadra bella da vedere, sa che poi il gol lo trova, ha fatto meno gol solo dell’Atalanta. Lo sappiamo e dobbiamo adeguarci. Abbiamo trovato una nostra compattezza ma dobbiamo dimostrarla ogni volta. Il nostro sacrificio e il nostro essere squadra dobbiamo mostrarlo ogni volta. Quando non lo facciamo, non siamo più squadra e questo non lo accetto. Niente rilassamento dopo Brescia, è la cosa peggiore che possiamo fare, non lo accetto. Mi sta bene un gol sbagliato ma la prestazione ci deve stare. Per me è sacra”.

IN VENDITA I TAGLIANDI PER NAPOLI-LAZIO>>>LEGGI LE INFO QUI

SEGUICI SU TWITTER

Continua a leggere

Articoli più letti

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità Copyright © 2020 Laziochannel.it TESTATA GIORNALISTICA NAZIONALE