FORMELLO – Occhi puntati sull’infermeria

Archiviata l’ennesima delusione in campionato, i ragazzi di Pioli tornano (per fortuna) a pensare all’unico obiettivo rimasto, nonché unica fonte di soddisfazione di questa stagione “apatica“: l’Europa League. Questa mattina (ore 10:30) i biancocelesti saranno subito in campo per iniziare a preparare la delicata sfida contro i cechi dello Sparta Praga. Oggi ci sarà soltanto una seduta di scarico, ma da domani si fa sul serio. Pioli intanto spera di riavere qualche infortunato per poter scegliere con maggiore libertà gli 11 da schierare giovedì sera: ancora out Gentiletti, assai difficile il recupero di Dusan Basta, alle prese con problematiche al polpaccio. Pioli spera almeno di recuperare Radu (alle prese con un affaticamento ai flessori): dal suo recupero dipendono le scelte di formazione dell’allenatore. Anche perché la Lazio al momento non ha altri terzini che possano compensare l’assenza del romeno visto che Konko dovrà sostituire Basta (giocando così la 19° partita consecutiva) e sia  Patric che Braafheid non sono in lista Uefa. Torna a disposizione Mauricio che ha scontato la squalifica in campionato e molto probabilmente riprenderà i suo posto da titolare al fianco di uno tra Bisevac e Hoedt (probabile il primo). Contro lo Sparta Praga ci sarà il ritorno dal 1′ per Candreva e Matri, entrambi in panchina contro il Torino. Per il terzo posto nel tridente offensivo si candida per una maglia da titolare Keita (che ha ormai scontato la squalifica rimediata durante la fase a gironi nella partita contro il Rosenborg): con il suo ingresso ha dato vivacità alla manovra biancocelste riuscendo anche a guadagnarsi un preziosissimo rigore contro il Torino.

Seguiranno aggiornamenti…