Seguici sui Social

Focus

E’ sempre Milinkocrazia!

Pubblicato

in

Milinkovic-Savic esulta al gol di Keita in una gara della Lazio


Non si ferma più Sergej Milinkovic Savic. Il gigante serbo è diventato grande, non solo d’età ma anche dal punto di vista tecnico. La Lazio se lo coccola, le grandi lo sognano. Lui intanto continua ad incantare il popolo biancoceleste.

LA MILINKOCRAZIA

Anno dopo anno, giorno dopo giorno, Milinkovic-Savic si sta prendendo la Lazio. Mercoledì sera ha segnato il suo quinto gol stagionale, non male al secondo anno in Italia. Centrocampista moderno, dal grande fisico e tecnica sopraffina: con il giusto miglioramento nella rapidità, sia di gambe che di testa, può diventare uno dei più forti centrocampisti del mondo. Inzaghi non può più fare a meno di lui. Ed ora che sta diventando costantemente decisivo il giovane serbo si prepara a diventare indispensabile! “Sono contento di quest’anno perché gioco di più e segno. La Juventus? Loro in casa hanno sempre vinto ma noi vogliamo fare meglio possibile”. Parole che sanno di minaccia per i bianconeri.  “Mi sono esercitato parecchio negli ultimi giorni in allenamento. Devo crescere in questo, concretizzare le azioni ed essere più cattivo». Un altro po’? Se pensiamo che ha raggiunto questo livello di bravura a soli 21 anni possiamo solo immaginare cosa diventerà alla fine dell’anno. Domenica Sergej sarà osservato speciale della Vecchia Signora. E meno male che “non è un giocatore che sposta gli equilibri” (diceva qualcuno…). Chissà ora che pensa…

IL NOSTRO RE MIDA

Milinkovic come ‘Re Mida’, come mette la firma in qualche partita la trasforma in oro. Infatti ogni volta che Sergej ha segnato una rete i capitolini hanno sempre vinto (Pescara, Palermo, Sampdoria, Atalanta e ora Genoa). Una sorta di talismano per Inzaghi, che se lo coccola e se lo tiene stretto. Non importa quale sia il modulo (4-3-3, 3-5-2 o 3-4-2-1), un posto per il serbo c’è sempre. E non è rilevante nemmeno l’interpretazione del ruolo: che debba fare l’interno di centrocampo oppure il centrocampista offensivo al fianco di Luis Alberto a supporto di Immobile come contro l’Atalanta. Per questo ragazzone alto 1.91 centimetri il tecnico farà sempre spazio, è questione di fede. Ed Inzaghi in Sergej crede eccome. Si è trasformato in uno dei fedelissimi di Inzaghi.

CHE GOL!

Una volet di destro da pochi passi, a sancire il vantaggio biancoceleste. Milinkovic ci ha preso gusto e dopo l’Altalanta, punisce anche il Genoa negli ottavi di Coppa Italia. Il suo tiro potente vale il sorpasso sui luguri, il serbo è sempre più protagonista di questa squadra. E festeggia l’ennesimo centro sul proprio profilo Instagram: “Un altro! Bravi ragazzi!! Grande vittoria!!”.

 

Un altro 🙄👊🏻👊🏻 bravi ragazzi!! Grande vittoria!! 💪🏻⚽️ #forzalazio⚪️🔵

Un video pubblicato da Sergej Milinkovic Savic (@sergej___21) in data:

Marco Lanari

Continua a leggere
Pubblicità