Seguici sui Social

Esclusiva

Esclusiva Laziochannel – Ecco la nuova maglia della Lazio

Avatar

Pubblicato

il

PUBBLICITA



È di ieri la notizia dell’accordo chiuso fino al 2022 fra la Lazio e la Macron. Naturalmente è già partita la curiosità su quale sarà la maglia della prossima stagione.

RITORNO AL…PASSATO

Da fonti indiscrete raccolte in esclusiva dalla redazione di Laziochannel la prima maglia della avrà un sapore vintage. Il colore sarà un celeste spento, che richiama la maglia degli anni ’30 stile Silvio Piola. Un vero e proprio ritorno al passato che farà felici tanti appassionati e nostalgici dei colori biancocelesti.

IL LOGO

Ma la vera novità riguarda un altro aspetto, ed è quella del logo. A quanto pare infatti, la Lazio dovrebbe sostituire quello classico con quello a rombo. Quest’anno è stato proposto su alcuni prodotti della collezione . Per chi non lo sapesse il logo a rombo è diviso in due segmenti: nella parte superiore troviamo l’aquila stilizzata e la scritta Lazio; sotto un colore celeste di riempimento. Questo è il logo utilizzato dalla SS Lazio nella stagione ’83/’84, stagione in cui i biancocelesti fecero il loro ritorno in Serie A dopo 3 anni di purgatorio in serie cadetta successivi allo scandalo calcioscommesse. La sfortuna volle che dopo appena due stagioni la compagine biancoceleste retrocesse nuovamente…

Come al solito il reparto marketing della società capitolina continua a far parlare di sè con iniziative piene zeppe di fantasia. Vediamo se queste indiscrezioni saranno confermate e a questo punto non ci resta che aspettare la nuova maglia con il logo a rombo, molto anni ’80.


Esclusiva

Esclusiva – Massimo Barchiesi di Radio RAI: “Reina dà maggiori garanzie…”

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA
Barchiesi

Esclusiva – Laziochannel ha intervistato il giornalista di Radio RAI Massimo Barchiesi che ieri ha commentato la Gara -Udinese dall’Olimpico

Dopo la sonora sconfitta di ieri in casa Lazio è il momento dei commenti. Per questo la nostra redazione ha intervistato in esclusiva una delle voci di “Tutto il calcio minuto per minuto”, Massimo Barchiesi, che ha commentato in diretta la gara di ieri all’Olimpico.

LC: Massimo ciao, come va? Riguardo alla partita di ieri, è stata una sconfitta imprevista, che non ti aspetti. Più colpa della Lazio o merito dell’Udinese?

MB: Si, sconfitta inaspettata che frena bruscamente il percorso di crescita della Lazio in campionato. L’Udinese ha giocato sicuramente un’ottima partita e ha meritato di vincere. Però all’origine di questo risultato c’è stata la brutta prestazione della Lazio, che ha ricordato, e di molto, quella del Genova contro la Sampdoria. E guarda caso anche quella partita si è giocata a tre giorni dalla sfida col Borussia Dortmund, che la Lazio vinse poi giocando la migliore partita dall’inizio della stagione. Quindi, nella testa dei giocatori, evidentemente era più che mai presente il Dortmund anche in questa occasione. Ma non deve passare come alibi…

LC: Secondo te non è stato forse esagerato lasciare in contemporanea Milinkovic e Leiva in panchina?

MB: A giochi fatti forse si, perché capisco pure Inzaghi che ha cercato di gestire Leiva per poi schierarlo all’inizio ripresa al posto di uno spento Cataldi. Milinkovic si sapeva che non avrebbe giocato, perché aveva pochi allenamenti sulle gambe dopo il Covid, e l’intento di Inzaghi, giustamente, è quello di portarlo in forma in vista della gara col Borussia.

LC: Capitolo Strakosha. Anche se non ha responsabilità particolari sulle reti, se non forse sulla terza, non era più giusto schierare Reina fra i pali?

MB: Quello del portiere è un discorso delicato. Conosciamo l’esperienza di Reina e la sua importanza come figura carismatica nello spogliatoio. Dimenticarsi completamente di Strakosha sarebbe stato un errore, dopo le ottime prestazioni di Reina. Accusarlo della sconfitta è ingeneroso. Certo, Reina dà maggiori garanzie. Sarà il tempo a stabilire chi sarà il portiere titolare. E dopo tanti e tanti anni la Lazio quest’anno ne ha due…

LC: Capitolo Luis Alberto. L’opaca prestazione dello spagnolo può essere frutto delle dichiarazioni sui pagamenti in ritardo e della conseguente assenza di Peruzzi che si è schierato dalla parte del giocatore?

MB: No, anche perché a Crotone e contro lo Zenit aveva giocato bene. Ha sbagliato partita come l’ha sbagliata tutta la squadra. Poi è chiaro che l’occhio ricade soprattutto sui big se le cose non vanno bene e, andando nel particolare, quando non gira Luis Alberto, non gira la Lazio.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Novcom Agenzia

Articoli più letti