CONFERENZA – Inzaghi: “Complimenti a Bastos. Immobile come Pippo? No, ma…”

Al termine della vittoria per 3 a o della Lazio contro il Cagliari, mister Simone Inzaghi si è presentato nella conferenza stampa dell’Olimpico. Queste le parole di Inzaghi: Oggi gara […]

Al termine della vittoria per 3 a o della Lazio contro il Cagliari, mister Simone Inzaghi si è presentato nella conferenza stampa dell’Olimpico.

Queste le parole di Inzaghi:

Oggi gara perfetta. Quali sono le insidie nelle prossime partite?

“Siamo in un buon momento, ma dobbiamo continuare a lavorare in questo modo. Sono fiducioso, conosco i miei ragazzi; ora, dovremo mettere alle spalle questa settimana, siamo reduci da sei vittorie consecutive, ma le insidie sono sempre dietro l’angolo. Dobbiamo recuperare energie per affrontare al meglio una trasferta difficile come quella che ci attende a Bologna”. 

Stasera non si è vista la miglior Lazio.

“Abbiamo concesso un’occasione inizialmente al Cagliari, ma al termine del primo tempo ho detto ai miei ragazzi di stare tranquilli: avremmo dovuto trovare il terzo gol per chiudere la sfida. Avevo chiesto alla squadra di farlo subito: c’erano degli uomini affaticati in campo come Leiva che ho preferito sostituire per evitare guai peggiori, considerando anche l’ammonizione rimediata nei primi 45 minuti”. 

Bastos?

“Bastos è rientrato disputando per intero tre partite: è un grande lavoratore, si è impegnato molto per tornare al meglio. Gli faccio pubblicamente i miei complimenti perché non era facile rientrare da un infortunio disputando così tre partite”. 

Immobile come Pippo?

“Ho paragonato Immobile a mio fratello perché entrambi sono grandi bomber: ma Ciro partecipa di più alla manovra. Lui è l’attaccante della Nazionale italiana, vanta la miglior media gol in Europa ed è giusto paragonarlo a mio fratello che è tra gli attaccanti più forti degli ultimi 15 anni”. 

Farai dei cambi nelle prossime gare?

“Spero di recuperare Lukaku per Bologna, Felipe Anderson e Wallace dovranno ancora attendere per tornare in campo. Tutta la rosa si applica molto in settimana ed ogni mio uomo merita di essere alla Lazio: veder calciatori che giocano meno esprimersi ad alti livelli, come a Nizza, rappresenta un grande motivo d’orgoglio per me; tutti devono farsi trovare costantemente pronti perché fanno parte di una grande squadra come la Lazio”. 

 

SEGUICI SU TWITTER

LEGGI LE PAROLE DI RADU, DE VRIJ E IMMOBILE

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS

ULTIME NOTIZIE