Seguici sui Social

News

Il biancoceleste Luis Alberto sulle ali del sogno

Pubblicato

in

Il centrocampista della Lazio Luis Alberto


Tutto improvvisamente. Come in un sogno. Luis Alberto ancora non ci crede. E invece è proprio vero. Lui che pochi mesi fa era un oggetto misterioso. Talmente poco considerato da pensare al ritiro ora invece è un punto fermo della Lazio.

IL CT LOPETEGUI INCANTATO

Uno dei migliori giocatori del campionato italiano, addirittura uno dei primi tre della Serie A secondo il CT spagnolo Lopetegui. Che lo ha convocato e che oggi lo farà debuttare in nazionale. Un sogno che diventa realtà. A Malaga dove la affronterà in amichevole il Costarica. E pure la «location» sembra fatta apposta per rendere l’evento fiabesco. Luis Alberto è andaluso (è nato a San Jose del Valle, nei pressi di Jerez de la Frontera) e che l’esordio con la Roja avvenga nella sua terra dà un ulteriore tocco di magia all’incredibile momento del giocatore.

UN PUNTO DI PARTENZA

Il vero obiettivo è il Mondiale in Russia. Un traguardo possibile a sentire Lopetegui: “Ha caratteristiche perfette per il nostro modo di giocare. Ha moltissima qualità nel passaggio e nel tiro. Ed è tremendamente lineare ed efficace sulla trequarti. Oggi è certamente uno dei tre giocatori più forti della Serie A”. Il CT forse esagera ma sicuramente Luis Alberto è uno dei grandi segreti della . Non sarà tra i primi tre giocatori ma è comunque nei primi posti.

I MERITI DI CHI HA CREDUTO IN LUI

E se ciò è stato possibile il merito è di chi ha creduto in lui anche contro l’evidenza: Igli Tare e Simone Inzaghi. Il ds, che lo portò a Formello nell’estate del 2016 pagandolo 5 milioni al Liverpool, lo ha sempre difeso ed è sempre stato convinto che sarebbe esploso. Tanto da rifiutare tutte le offerte arrivate per lui dalla Spagna. Un altro dirigente lo avrebbe lasciato andare, Tare invece lo bloccò sicuro delle sue capacità. Una metamorfosi resa possibile dal lavoro (mentale soprattutto) fatto da Inzaghi. Anche il tecnico ha sempre creduto in lui.

UN EPISODIO PER TUTTI

Nella scorsa stagione, sull’aereo che riportava la Lazio a Roma dalla trasferta di Cagliari alcuni tifosi parlando col tecnico gli chiesero come mai continuasse a concedere chance allo spagnolo. Lui li fulminò: “Ha un talento unico, ve ne accorgerete”. Pochi mesi dopo Inzaghi poteva dichiarare: “In questo momento nella Lazio giocano e altri dieci”. Sarà così anche sabato. Una sfida che Luis Alberto non vede l’ora di giocare. Sarà il suo primo derby. I quattro giocati tra campionato e Coppa Italia nella scorsa stagione li ha vissuti in tribuna o in panchina. Un altro debutto, quindi, non meno emozionante di quello con la Spagna. Tutto all’improvviso, come in un sogno.

News

Immobile, l’entusiasmo del bomber biancoleste: “E’ il momento più alto della mia carriera”

Pubblicato

in

Ciro Immobile saluta i tifosi della Curva Nord


Speranze e progetti del capocannoniere biancoleste in vista dell’inizio della nuova stagione calcistica

L’attaccante della ha espresso tutta la sua soddisfazione per il Campionato appena trascorso e ha parlato dei progetti per quello che sta per iniziare.
Sulla vittoria della Scarpa d’oro, che lo ha incoronato capocannoniere nella scorsa stagione, ha dichiarato: “La Scarpa d’Oro era un mio traguardo, un sogno, ci sono andato molto vicino 2 anni fa e per via di un infortunio persi quel treno. Quest’anno il Covid ha provato a fermarmi, ma sapevo che i miei compagni mi avrebbero aiutato in ogni modo. È la soddisfazione più grande della mia carriera, ma a livello di gruppo ne ho avute diverse. Abbiamo vinto tanto con la Lazio e giocato bene anche con la Nazionale, è il momento più alto della mia carriera.”

L’orgoglio di vestire la maglia della Nazionale e quella biancoceleste

Il bomber ha poi espresso la sua soddisfazione nell’indossare la divisa degli Azzurri: “La maglia della Nazionale è il sogno di tutti, ma una fortuna per pochi. Quando indossi quella casacca devi goderti al massimo tutte le emozioni che ti regala. È una gratificazione enorme, indossare i colori della propria nazione è un motivo di grande orgoglio.” Immobile sembra non vedere l’ora anche di indossare nuovamente la maglia biancoceleste: “Siamo una squadra con un giusto mix tra senior e giovani, abbiamo fatto un percorso eccezionale finora e su di noi ci sono tante aspettative. Questo ci dà uno slancio in più per giocare l’Europeo. Con la Lazio quest’anno giocheremo la Champions e vogliamo tornare a far divertire i nostri tifosi come accadeva prima del lockdown. Queste le sue dichiarazioni alle frequenze di Radio Esercito.

Continua a leggere

Articoli più letti