Seguici sui Social

Articolo copertina

Lotito: “Stadio? Vogliamo quello che è stato dato agli altri”. Poi su de Vrij…

Pubblicato

il

Claudio Lotito presidente della Lazio
PUBBLICITA

Claudio Lotito a 360 gradi sui temi più caldi in casa Lazio è intervenuto ai microfoni di Radio Incontro Olympia.

STADIO LAZIO

“Se un’amministrazione comunale è al di sopra delle parti deve ora dare anche alla Lazio la possibilità di fare lo stadio. L’Olimpico? È un patrimonio del Coni. Un affitto per 99 anni? Non voglio entrare nel merito della qualità dell’Olimpico. Con quello che paghiamo d’affitto avremmo comprato il nostro stadio già da 14 anni. Paghiamo 387mila euro al mese, che sono più di 4 milioni l’anno. Se facciamo il calcolo in 20 anni sono circa 80 milioni. Non è nel nostro interesse, l’Olimpico ha già le sue criticità che tutti lamentano. Noi dobbiamo fare uno stadio autonomo come lo farà la Roma, dove ‘apriamo il cancello e lo chiudiamo’: deve essere vissuto 365 giorni l’anno. Ora tutti mi copiano, ma sono stato io a lanciare l’idea dello stadio di proprietà dal primo giorno in cui sono arrivato”. Questo il pensiero chiaro di Lotito sullo stadio di proprietà.

PROBLEMI BUROCRATICI

“Il problema è l’aspetto burocratico e il rispetto delle regole. Se non dovesse esserci concesso quello che è stato concesso agli altri sarebbe allora una cosa spiacevole. Sento molta gente che sta ‘sviando’: prima il Flaminio, poi altre cose. Noi vorremmo ciò che è stato dato agli altri. Non ho mai proferito nulla sullo stadio della Roma, adesso chiedo che facciano altrettanto con la Lazio”.

RINNOVO DE VRIJ

“Ci siamo sempre detti che la Lazio rimane, le persone cambiano. Mi auguro che questo non valga per il presidente. Se andrà via a parametro zero? Questo rientra nei comportamenti e nell’etica delle persone. Come società nei confronti dei giocatori ci siamo sempre comportati bene. Vedremo quali saranno le scelte dei giocatori. Noi siamo abituati a far valere i nostri diritti, sempre nel rispetto delle regole”.

SEGUICI SU TWITTER>>>CLICCA QUI

NOVITA’ SULLA FORMAZIONE DELLA LAZIO PER IL CROTONE>>>CLICCA QUI


Pubblicità

Articolo copertina

FIORENTINA LAZIO PAGELLE 2-0 Squadra spenta e senza idee, Champions un miraggio

Pubblicato

il


Fiorentina Lazio pagelle. Sconfitta pesantissima per 2-0 in ottica Champions League

Ecco i voti dei biancocelesti al termine della gara del Franchi. Fiorentina Lazio pagelle. Un 2-0 che allontana la squadra dal quarto posto

Fiorentina Lazio pagelle

Fiorentina Lazio pagelle della difesa

  • REINA 5.5- Incolpevole sul primo gol di Vlahovic. Sul raddoppio poteva fare di più. Non è più il portiere che trasmetteva sicurezza come fino a qualche mese fa.
  • MARUSIC 6.5 – Magistrale e fondamentale il suo intervento in scivolata nei primi minuti che sventa il contropiede di Vlahovic che era diretto in porta. E’ il più attento del pacchetto arretrato.
  • ACERBI 5.5 – Sbaglia malamente in occasione del gol Viola. Il suo rilancio sbilenco dà il via all’azione avversaria e non riesce poi a tamponare l’avversario. Si prende un giallo per una trattenuta su Vlahovic. Oggi il leone è apparso poco concentrato.
  • RADU 5.5 – Poco preciso sui cross dalla trequarti e commentte un errore che fortunatamente non è costato caro alla Lazio: un retropassaggio, non il primo stagionale, errato. Nella ripresa si prende un giallo per un intervento scomposto. Dal 74′ MURIQI s.v.

Fiorentina Lazio pagelle del centrocampo

  • LAZZARI 5.5 – Serata no per il motorino biancoceleste. La freccia ex Spal non si è messa in moto nella serata toscana. Dal 63′ PEREIRA 4.5 (IL PEGGIORE)– Tanto fumo e niente arrosto, il brasiliano viene ricordato sul tabellino solo per il cartellino rosso ricevuto
  • MILINKOVIC 6.5 (IL MIGLIORE)- E’ il più pericoloso della squadra laziale, colui che si è arreso per ultimo. Nella seraata no degli attaccanti, è lui che crea le occasioni da gol, ma trova sulla sua strada un grande Dragowski che gli dice di no su un ravvicinato colpo di testa. Poi offre una palla al bacio a Correa che fallisce un gol clamoroso.
  • LEIVA 5.5 – Anche il brasiliano è stato “vitttima” di un approccio alla gara errato che ne ha compromesso la sua prestazione. Ammonito per un brutto fallo su Ribery, salterà il prossimo match contro il Parma. Dal 63’CATALDI 5.5 Il suo ingresso non si nota, non cambia le cose.
  • LUIS ALBERTO 5.5 Il Mago oggi non ha fatto magie. Poco incisivo e non aiutato dai movimenti degli attaccanti. Fatica a trovare gli spazi giusti e le verticalizzazioni. Nella ripresa sparisce completamente dal gioo. Dal 74′ AKPA AKPRO s.v.
  • LULIC 5 – Purtroppo il capitano è il peggiore in campo nelle file biancocelesti. Mai propositivo sulla fascia sinistra, dove la Lazio ha giocato comunque molto poco. Non dà sostanza al centrocampo. Sul gol di Vlahovic lui e Radu potevano fare di più. Dal 63′ LUIZ FELIPE 5.5 Rientra dopo un lungo intervento e si prende la puntualissima ammonizione. Si fa anticipare da Vlahovic in occasione del 2-0

Fiorentina Lazio pagelle dell’attacco

  • CORREA 5.5 – Poteva indirizzare la gara a favore dei biancoceelsti. Invece il suo piattone sotto porta è stato ribattuto dal guantone di Dragowski. L’argentino è andato troppo mollo su quel pallone che poteva cambiare la storia della gara. Non riesce a dialogare come si deve con Ciro e non si rende mai incisivo
  • IMMOBILE 5.5 – Pescato puntualmente in fuorigioco, una, due tre volte. King Ciro non riesce a trovare il guizzo vincente ma anche lui soffre la maledetta serata del Franchi, amncando l’appuntamento crocevia per la Champions.

Fiorentina Lazio pagella dell’allenatore

  • ALL. INZAGHI 5.5 – I suoi ragazzi sono apparsi come non consapevoli dell’importanza della gara. Ora il cammino verso il quarto posto si fa arduo e troppo in salita. Brutto ko per come è maturato.

Fiorentina Lazio pagella degli avversari

  • FIORENTINA VOTO 7 – La squadra di Iachini ha fatto la partita che voleva. Squadra compatta in difesa e contropiede poi il bomber Vlahovic ha fatto la differenza con la doppietta che vale quasi la salvezza.

LUIZ FELIPE TORNA IN LISTA, FUORI HOEDT

Continua a leggere

Articoli più letti