Seguici sui Social

News

Il CT del Portogallo su Nani: “L’unico certo del posto è Ronaldo. La scelta è ampia”

Pubblicato

il

PUBBLICITA

E’ arrivato alla Lazio in prestito dal Valencia con opzione di riscatto fissata a 10 milioni per i biancocelesti. Nella mente la speranza di mettersi in mostra e convincere il CT del Portogallo Fernando Santos a prenderlo in considerazione per i prossimi Mondiali di Russia. Ma, visto il poco impiego da parte di Simone Inzaghi, la partecipazione di Nani alla prossima competizione internazionale resta fortemente in dubbio. Del resto il CT del Portogallo su Nani è stato chiaro.

Questo quanto riporta Superdeporte.es dove il CT del Portogallo su Nani e su una eventuale esclusione del giocatore biancoceleste dal Mondiale ha dichiarato: Nani nonostante abbia giocato poco nella sua squadra non è fuori dalla Nazionale e dal Mondiale. Il problema è che diversi giocatori tra i 35 che ho preselezionato hanno caratteristiche simili alle sue. Ci sono Bernardo, Gelson, Gonzalo Guedes e Andrè Silva, che sono cresciuti molto e che fanno parte anche della lista di convocati più ristretta. Non mi faccio coinvolgere dai sentimenti, sono disposto a lasciare a casa chi ha partecipato alla vittoria all’Europeo. Sarà una scelta difficile, ma devo farla. L’unico sicuro del posto è Cristiano Ronaldo.

PISCEDDA SULLA LAZIO IN CHAMPIONS

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

FOTO – MARCHETTI CONTINUA AD ALLENARSI TRA L’AFFETTO DEI TIFOSI


Pubblicità

Focus

LA NOSTRA STORIA Domenico ‘Mimmo’ Caso

Pubblicato

il


LA NOSTRA STORIA Domenico MimmoCaso nasce a Eboli (SA) il 9 maggio 1954. Centrocampista, fa il suo debutto nel calcio professionistico con la Fiorentina. Nella stagione 1974-1975 vince il suo primo trofeo: la Coppa Italia. Nella stagione 1978-1979 Caso lascia la Fiorentina e si trasferisce al Napoli. Nell’estate 1979 passa all’Inter. Nel 1980 si laurea Campione d’Italia. Dopo l’esperienza in nerazzurro passa per due anni in Serie B al Perugia. Nell’estate del 1983 torna in Serie A con il Torino. Quindi passa alla Lazio, in quel periodo nella serie cadetta. Con la maglia biancoceleste disputa tre stagioni. Nel 1988, dopo la promozione in A, viene ceduto al Latina. Chiude la carriera nell’Orceana.  Dal 1992/93 al 1996/97 è l’allenatore della Lazio Primavera. Il primo anno sfiora lo Scudetto perdendo la finale contro l’Atalanta. Nella stagione 1994/95 vince il titolo. Tra i tanti giovani lancia Alessandro Nesta, Marco Di Vaio, Alessandro Iannuzzi, Flavio Roma e Daniele Franceschini. Dopo aver guidato Foggia, Chievo e Pistoiese, nel 2003/04 torna ad allenare la Primavera laziale. Nel 2004/05 viene chiamato dal nuovo presidente biancoceleste Claudio Lotito ad allenare la prima squadra. Viene esonerato e sostituito da Papadopulo. Successivamente allena la Ternana. A giugno del 2009 viene nominato supervisore del settore giovanile della Cisco Roma. Nel 2011 assume la guida degli Allievi Regionali A1 della Voluntas (Spoleto). A luglio del 2012 viene nominato allenatore della squadra Primavera della Virtus Lanciano. Nel 2013 viene ingaggiato come tecnico della squadra Primavera della Reggina, ma dopo pochi giorni decide di lasciare l’incarico per motivi familiari.

LASCIA UN ‘LIKE’ ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

DIVENTA UN NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

 

Continua a leggere

Articoli più letti