Seguici sui Social

News

RUSSIA CROAZIA – La lotteria dei rigori sorride ancora ai croati

Pubblicato

il

PUBBLICITA

La vincente di Russia Croazia dei quarti dei mondiali si è decisa ai rigori. Rakitic segna il rigore decisivo che vale la semifinale.

Russia Croazia è terminata ai tempi regolamentari sull’1-1. Tutto è accaduto nel primo tempo: russi avanti con Cheryshev, mentre Kramaric ha firmato il pareggio per i croati. Nella ripresa c’è stato un palo clamoroso di Perisic ma il risultato è rimasto sulla parità. Si va ai supplementari: la gara subisce una nuova accelerata. Arriva prima il vantaggio nel primo tempo dell’extra time dei croati. Il colpo di testa di Vida è vincente al 100′. Nel secondo tempo però nella bolgia dei padroni di casa arriva il pareggio russo: la testata di Fernandes è quella buona per il 2-2. L’arbitro fischia la fine e manda tutti ai rigori. Comincia male la Russia con una parata di Subatic su Smolov poi la rete dei croati con Brozovic. La Croazia poi sbaglia lei stessa con Kovacic. Altro errore dei padroni di casa con Fernandes. Il rigore decisivo è segnato da Rakitic che manda la Croazia in semifinale vincendo 5-6. I croati affronteranno l’Inghilterra.

SEGUICI SU TWITTER>>>CLICCA QUI

LUIS ALBERTO CONSOLA CACERES DOPO IL MONDIALE>>>CLICCA QUI


Pubblicità

News

FIORENTINA LAZIO INZAGHI: “Champions? Il calcio è imprevedibile…”

Pubblicato

il


Fiorentina Lazio Inzaghi deluso per il risultato di questa gara che complica tantissimo la corsa Champions della squadra.

Inzaghi ai microfoni di Dazn: “Partita dura, lo sapevamo. C’è delusione per il primo tempo: l’occasione sprecata da Correa e il loro gol sul quale dovevamo difendere meglio. Non dovevamo assolutamente andare in svantaggio. È mancata velocità nel giro palla, loro hanno difeso bene. Champions? In queste ultime quattro gare ce la metteremo tutta, il calcio è bello perché è imprevedibile. Milinkovic si è rotto il setto nasale. Il secondo tempo non è più stata una partita di calcio, tra cambi e infortuni, abbiamo giocato venti minuti.  Andiamo avanti a testa alta, saremo nelle coppe europee anche l’anno prossimo, ma ci rimane l’amaro in bocca per il primo tempo”.

Continua a leggere

Articoli più letti