ROMA Sequestrato picchiato e rapinato: terrore per un anziano a San Paolo

ROMA Sequestrato picchiato e rapinato: momenti di terrore per un anziano in zona San Paolo.

ROMA Sequestrato picchiato e rapinato. Sono stati attimi di terrore per un anziano romano. Ignoti sono infatti penetrati nel suo appartamento, in zona San Paolo, e dopo averlo sequestrato e picchiato, lo hanno rapinato. Fuggiti, hanno tentato un secondo colpo poche ore più tardi in casa di un’anziana. Stavolta però si sono imbattuti in due poliziotti fuori servizio, che sono riusciti a fermarli e farli arrestare.

Il primo episodio violento sabato scorso, intorno alle 16:30. I due si sono presentati fuori dalla porta di un uomo in via del Santuario Regina degli Apostoli. Entrati nell’appartamento, hanno sferrato un pugno sul volto dell’anziano, facendolo cadere in terra. Non paghi, lo hanno poi preso preso a calci e pugni e minacciato, mentre uno dei due gli teneva un cacciavite puntato al collo.

Dopo averlo immobilizzato sul letto, i ladri gli hanno infine sottratto un centinaio di Euro e il cellulare, prima di darsi alla fuga. Con ancora addosso la paura di quella terribile mezz’ora, l’uomo ha dunque avvisato le forze dell’ordine, cui ha descritto i due malviventi. Condotto all’ospedale Sant’Eugenio per un trauma facciale, se l’è cavata con 14 giorni di prognosi.

Stando agli identikit, i due rapinatori sarebbero due uomini. Il primo, sui 30 anni, robusto, con un giubbotto ed cappellino scuri; il secondo, di circa 40 anni, capelli brizzolati ed una borsa dell’As Roma a tracolla. Entrambi sono stati riconosciuti da due poliziotti fuori servizio alle 21:30 circa, mentre si aggiravano con fare sospetto in viale Giustiniano Imperatore, sempre nella zona di San Paolo.

Gli agenti hanno dunque avvisato i colleghi, già sulle tracce dei ladri mentre entravano in un cortile condominiale. Qui hanno provato a forzare la persiana di un appartamento al piano terra, di proprietà di un’anziana, che si trovava all’interno. Le urla della donna non hanno però fermato i due rapinatori, che solo all’arrivo delle volanti e delle auto del commissariato Tor Carbone di polizia hanno provato a dileguarsi, ma senza riuscirvi.

Il 40enne è stato subito bloccato, mentre il 30enne ha continuato a minacciare i militari con un cacciavite. Alla fine è stato fermato anche lui e accompagnato insieme al complice negli uffici di polizia. Nella borsa del 40enne è stato poi rinvenuto il cellulare rapinato in via Santuario della Regina degli Apostoli. Riconosciuti dalla prima vittima, i due sono stati identificati in due originari di Roma, di 29 e 48 anni, residenti a Santa Palomba. Entrambi con precedenti, sono stati arrestati con le accuse di sequestro di persona e rapina aggravata in appartamento.

LEGGI ANCHE LA SVENTATA RAPINA A TESTACCIO

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

La Cronaca di Roma @ 2018