Seguici sui Social

English EN French FR German DE Italian IT Russian RU Spanish ES

Focus

FOCUS Lazio quarta al giro di boa, ma quanti rimpianti

Pubblicato

in



Terminato il girone di andata con il pari casalingo contro il Torino, la si ritrova al quarto posto in solitaria, con 32 punti. Con molti rimpianti

E’ stato un girone di andata travagliato per la Lazio, caratterizzato da luci e ombre. Ma nonostante tutto la squara di Inzaghi al giro di boa si ritrova al quarto posto in solitaria. Sono 32 i punti messi in cascina, in 19 partite. L’ultima, contro il Torino, ha lasciato l’amaro in bocca per via della discutibile direzione di gara da parte dell’arbitro Irrati. Due punti persi? Forse, ma non sono gli unici punti ad esser stati lasciati per strada. Un po’ per sfortuna, un po’ per ingenuità, ma anche per via di alcune decisioni arbitrali, la Lazio avrebbe potuto avere dei punti in più in classifica.

SFORTUNA E INGENUITA’

Il ritardo di condizione di Luis Alberto e Milinkovic hanno condizionato gran parte del girone di andata dei biancocelesti. Sono mancati troppo i due Top Player che lo scorso anno fecero faville. Non a caso la ripresa della squadra è passata dai loro piedi e dalla loro condizione ritrovata. Due gol nelle ultime tre per il Sergente, tre da titolare per Il Mago. Ma come dimenticare partite come il derby, il Chievo, Samp, Milan dove ingenuità difensive e atteggiamento sbagliato sono costati almeno 6 o 7 punti? Peccato davvero perchè si potevva essere lì a mettere pressione all’Inter ed avere un distacco più importante nei confronti delle inseguitrici.

IL GIRONE DI RITORNO

Nella seconda parte della stagione servirà una squadra più lucida, cinica e sicura dei propri mezzi. Non ci sarà spazio per altri passi falsi perchè il tempo per recuperare potrà non essere sufficiente. Sarebbe opportuno anche l’intervento della società nel calciomercato invernale, acquistando dei ricambi validi. che potranno dare nuova linfa alla squadra. In attesa di Napoli Lazio, prima di ritorno, godiamoci il quarto posto, con l’idea e la convinzione di difenderlo a tutti i costi.

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

Focus

LA NOSTRA STORIA Gianni Elsner, la voce dell’etere romano

Pubblicato

in

Gianni Elsner storico conduttore radiofonico laziale


Nato a Merano il 27 settembre del 1940 Gianni Elsner arriva a Roma nel 1965. Due anni dopo inizia la sua esperienza radiofonica. Negli anni precedenti aveva fatto anche l’attore dopo aver frequentato l’Accademia d’arte drammatica Silvio D’Amico. Nel 1992 è stato eletto deputato con la Lista Pannella, per poi passare al gruppo misto per divergenze sui rimborsi elettorali.

Gianni Elsner arriva alla radio quasi per caso. Raggiunge la popolarità con la trasmissione ‘Te lo faccio vedere chi sono io’. Il titolo prende il nome da una canzone di Piero Ciampi. L’idea di usarla come sigla gli viene data dal suo grande amico Luciano Re Cecconi. L’impegno, che doveva essere temporaneo, va avanti per oltre trenta anni spaziando in tutti i campi, dalla cultura al sociale. Le letture del professor Trento Morera, le poesie, le adozioni dei suoi “bambuccini” del Paraguay – che continuano ancora oggi grazie all’Associazione Gianni Elsner www.associazionegiannielsner.it/ -, la cartolina per Riccardino, le nonnine della Magliana, le sue battaglie a fianco dei meno fortunati. Ai suoi microfoni negli anni sono intervenuti campioni e stelle dello sport, esponenti della politica e delle istituzioni e, soprattutto, molta gente comune. Compagno di intere mattinate trascorse ad ascoltare i suoi racconti dal sapore di una radio antica con lui è finita l’epoca romantica dell’etere romana. Grande tifoso della , uno dei primi anchorman calcistici. Malato da tempo fino all’ultimo ha lavorato dalla sua casa-studio alla Balduina. Pochi giorni prima di lasciarci aveva compiuto 69 anni. Molti sono i giornalisti che tentano di imitarlo con scarsissimi risultati. Pochissimi quelli che spiccano per un po’ di personalità ma che risultano imprigionati nella ricerca di una propria dimensione.

SEGUICI ANCHE SU GOOGLE EDICOLA, TWITTER E FACEBOOK

LACRONACADIROMA.IT – SEGUI ANCHE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Continua a leggere

Articoli più letti

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità Copyright © 2020 Laziochannel.it TESTATA GIORNALISTICA NAZIONALE